DPAM L - DPAM L Bonds Emerging Markets Sustainable

ISIN: LU0907928062

Categoria Morningstar: Obbligazionario mercati emergenti

Società: Degroof Petercam AM

Obiettivo del fondo è offrire, tramite una gestione attiva del portafoglio, un'esposizione ai titoli di credito emessi (o garantiti) da paesi emergenti (incluse le relative collettività territoriali e organismi pubblici, o assimilati) o da organismi pubblici internazionali, selezionati in base a criteri legati allo sviluppo sostenibile. Il comparto investe principalmente in obbligazioni e/o in altri titoli di credito (incluse, senza alcun intento limitativo, obbligazioni perpetue, obbligazioni legate all'inflazione ("inflation-linked bonds"), obbligazioni a cedola zero, "Credit Linked Notes" e "Fiduciary Notes", a tasso fisso o variabile, denominati in denominati in qualunque valuta, emessi (o garantiti) da paesi emergenti (incluse le relative collettività territoriali e organismi pubblici, o assimilati) o da organismi pubblici internazionali (come la Banca Mondiale e la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo) e selezionati in base a criteri legati allo sviluppo sostenibile.

Rendimento annuale: Fondo
1 anno: 1,93
3 anni: 7,77
5 anni: 6,66
Inizio: 4,33
2018: 2,53
2017: -0,10
2016: 3,26
2015: 15,48
2014: -1,53
Rendimento: Categoria
1 anno: -8,31
3 anni: 6,48
5 anni: -1,26
Inizio: -
2018: 2,80
2017: -8,14
2016: 14,34
2015: 8,42
2014: -15,28
Rendimento: Percentil
1 anno: 6
3 anni: 3
5 anni: 1
Inizio: -
2018: 6
2017: 6
2016: 7
2015: 8
2014: 9
3 anni
Volatilità: 6,37
Ratio Sharpe: 0,65
Correlazione: 97,53
Beta: 0,85
Alfa: 2,44
Tracking error: 2,76
Info Ratio: 0,70

Fonte. Morningstar | Categoria: Global Emerging Markets Bond - Local Currency | DATA: 2019-01-16


Notizie correlate

Le prospettive degli obbligazionari emergenti

I mercati obbligazionari emergenti hanno sofferto una forte correzione nel 2018, soprattutto per quanto riguarda le emissioni in moneta locale. L’aumento dei tassi di interesse negli USA, l’inversione del trend di deprezzamento del dollaro, le tensioni commerciali e altri rumors geopolitici hanno pesato in modo significativo.