Zurich Investments Life, continua il focus sulle multiramo


Le sfide dei clienti sono le stesse delle compagnie assicurative. Un’unità di interessi che promette un ulteriore sviluppo di un mercato in crescita, quello dei prodotti che uniscono ad una componente maggiormente legata alla protezione una ad alto contenuto finanziario.

“Avere in un unico contratto assicurativo componenti di ramo I (con capitale sostanzialmente garantito e una volatilità bassissima) e componenti di ramo III (caratterizzate da un rischio più elevato) abbinati in modo efficiente in un'unica polizza multiramo, consente al consulente e al private banker di effettuare una vera e propria attività di pianificazione in base alle esigenze specifiche del cliente”, spiega Dario Moltrasio, amministratore delegato di Zurich Investments Life. “Il trattamento fiscale e quello giuridico dei contratti assicurativi offrono più margini di manovra di altri strumenti”, prosegue con riferimento alle necessità di una clientela evoluta che vede nella polizza multiramo uno strumento adatto ad una allocazione di medio-lungo periodo pensata per avere una efficienza sia fiscale che successoria gli obiettivi intrinseci di protezione e rendimento.

Lo sviluppo dell’offerta

“Molti clienti”, prosegue Moltrasio, “oggi voglio di più rispetto ad un puro investimenti di natura finanziaria”. L’aspetto della protezione risulta dunque sempre più importante e percepito in modo sinergico rispetto a quello del rendimento. “La nostra offerta copre a 360° tutte le esigenze del cliente, a partire da prodotti di Ramo I fino ad arrivare ai prodotti Unit Linked. La multiramo Zurich Multinvest, il prodotto più venduto nel 2019, è al centro della nostra offerta a cui abbiamo aggiunto una nuova Unit Linked, Zurich Portfolio, dove sviluppiamo il concetto delle gestioni patrimoniali in fondi con quattro gestori internazionali”, spiega l’amministratore delegato.

“A questo”, prosegue, “uniamo un'offerta completa di prodotti di protezione, essenziali per la pianificazione finanziaria, che non può sopravvivere al venir meno della capacità di produrre reddito causata da infortuni o malattie”. “Questi rischi devono essere trasferiti al mercato assicurativo. Inoltre, abbiamo lanciato a fine 2019, 4Care, un’iniziativa di tutela per la non autosufficienza. Un’offerta completante digitale che nel mese di giugno ha raggiunto il doppio delle sottoscrizioni rispetto alla fase pre-lockdown. Il mercato assicurativo non può perdere il treno della digitalizzazione: le compagnie devono effettuare gli investimenti necessari per sfruttare appieno i vantaggi offerti dalla tecnologia”, completa relativamente agli strumenti maggiormente in focus della gamma offerta da Zurich Investments Life. 

Guardare ai mercati privati

“A causa delle azioni delle banche centrali, i premi al rischio che gli investimenti obbligazionari hanno storicamente fornito a grandi investitori istituzionali, come le compagnie di assicurazione, sono diminuiti drasticamente. Oggi, trovare ritorni interessanti dall’investimento obbligazionario è molto difficile quindi le compagnie stanno cercando rendimenti in altre asset class. Questa è la sfida più importante alla quale ci troviamo di fronte in questo momento”.

La sintesi del manager delle attuali sfide per le compagnie assicurative ha significativi punti di contatto con quanto potrebbe affermare e in molti casi afferma un investitore evoluto, consapevole delle proprie esigenze patrimoniali. Non sorprende dunque che le soluzioni ricercate vadano nella stessa direzione, con in più però per chi di professione sviluppa prodotti assicurativi e finanziari la possibilità e opportunità di arrivare ad una sintesi efficiente da offrire alla clientela.

“Noi stiamo puntando su asset class meno liquide, quindi private debt e infrastrutture ma anche nell’investimento azionario, che oggi garantisce ritorni molto più interessanti rispetto a quelli del mercato obbligazionario. In questa fase i prodotti più adatti a rispondere alle esigenze dei clienti sono i prodotti multiramo, che consentono di ribilanciare l'investimento dalla componente garantita a quella di rischio”, conclude l’esperto.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente