Tags: Gestori | Alternativi |

Una strategia dispersion quant per affrontare la fine del ciclo economico


In un contesto di ciclo economico maturo, dove gli investitori si stanno preparando ad affrontare una volatilità crescente, è importante trovare i giusti strumenti finanziari che possano decorrelare il portafoglio. L’obiettivo del THEAM quant dispersion US Fund è offrire un’esposizione positiva, in un orizzonte d’investimento raccomandato due anni, alle variazioni di dispersione sul mercato azionario statunitense.

“La dispersione può essere vista come una misura della differenza tra la performance delle azioni di un determinato mercato e la performance del mercato di riferimento, che nel nostro caso è quello americano”, spiega Gilles-Edouard Espinosa, gestore del fondo THEAM quant dispersion US e head of Options Based Strategies di BNP Paribas, Quantative Investment Strategies Team. Il Fondo fa uso di strumenti SWAP sulla volatilità con scadenze comprese tra i 12 e i 18 mesi. Le esposizioni lunghe vengono prese attraverso un approccio sistematico sulla base di due filtri: il primo esclude le azioni dello S&P500 con un comportamento atipico di mercato, il secondo mira a mantenere le azioni con le massime capitalizzazioni di mercato per stabilire un universo filtrato comprendente circa 100 titoli azionari.

Captura_de_pantalla_2019-06-15_a_las_11

A questo punto viene definito un ranking sulla base della volatilità implicita e volatilità realizzata. A seconda della classificazione ottenuta, viene ponderata proporzionale la capitalizzazione di mercato e viene attribuita a ciascuna partecipazione, in base ai vincoli di diversificazione settoriale e al patrimonio netto. “La strategia permette quindi di andare lunghi di volatilità, soprattutto in condizioni di stress di mercato, senza fare uso di hedging sul Vix”, spiega il gestore. “Questa è una strategia che ha sempre dato degli ottimi risultati soprattutto in un ciclo economico maturo”.Captura_de_pantalla_2019-06-15_a_las_11

Come si può vedere dal grafico delle simulated performance il fondo nel dicembre 2008 ha ottenuto dei risultati migliori dell’indice di volatilità. “Questo perché il fondo non fa uso di coperture, ma sfrutta la convessità sullo S&P500”, spiega Espinosa. “Questa strategia permette di aumentare la decorrelazione di portafoglio in condizioni instabili di mercato, mantenendo una liquidità giornaliera del NAV.

Roberto Bartolomei, head of BNP PARIBAS Global Markets Theam Quant Sales, ha aggiunto che “questa strategia è molto diffusa nel mondo delle gestioni alternative ma il fatto che sia stata inserita all’interno di un fondo UCITS la rende un liquid alternative facilmente utilizzabile da molti investitori”.

Professionisti
Società

Notizie correlate

I vantaggi dell’approccio quantitativo e la nuova frontiera Big Data

Nella seconda parte della tavola rotonda organizzata da Funds People sull’innovazione nel mondo del risparmio gestito Alessandro Beber (BlackRock), Matteo Campi (Arca Fondi SGR), Teodor Naoumov (Pramerica SGR) e Filippo Stefanini (Eurizon) si concentrano sulle opportunità determinate dall’aumento dei dati disponibili e della possibilità di una loro sempre più accurata analisi.