Tags: Consulenza | Rivista |

Fabio Cubelli (Sanpaolo Invest): “Una consulenza coerente con le singole necessità”


Il mondo della consulenza si sta evolvendo rapidamente. Negli anni siamo passati da una consulenza di prodotto ad una di portafoglio, ed oggi stiamo andando verso una consulenza patrimoniale a 360° che deve rispondere a tutte le esigenze e le necessità del cliente. “È importante considerare tutti gli aspetti della vita dei nostri clienti, come la tutela del patrimonio di famiglia, i temi successori, la gestione immobiliare, gli aspetti fiscali e societari, in modo da poter fornire una consulenza coerente con le singole necessità”, spiega Fabio Cubelli, direttore generale Sanpaolo Invest.

Da tempo, Sanpaolo Invest si è attrezzata per fornire ai propri clienti questo tipo di supporto, con investimenti consistenti e duraturi nel tempo, prima tra tutti la formazione professionale dei private banker, unita a specifiche strutture di supporto in grado di affrontare tutte le tematiche correlate, nonché a importanti partnership con i migliori professionisti dei diversi settori. “Il modello di rete di Sanpaolo Invest è solido e collaudato e ha la capacità di rispondere ai bisogni dei singoli clienti grazie al supporto delle migliori strutture di sede della divisione private banking di Fideuram, parte del Gruppo Intesa Sanpaolo”, spiega Cubelli.

Il reclutamento è una delle aree di sviluppo più forti previste dal piano d’impresa di gruppo, anche in considerazione del momento di profonda trasformazione che sta affrontando il settore bancario in Italia. “Il nostro target naturale di reclutamento, in linea con il nostro posizionamento complessivo sul mercato, è costituito dai private banker con esperienza significativa e relazioni con i clienti di elevato standing”, fa notare Cubelli. “È un target assolutamente coerente con il fatto di far parte della principale banca private in Italia per masse e per livello professionale dei private banker”. Dall’inizio dell’anno, Sanpaolo Invest ha inserito oltre 40 nuovi private banker nelle strutture su tutto il territorio nazionale.

Risultati del 2018

In un anno caratterizzato da un contesto non facile e da un’elevata e persistente volatilità, Sanpaolo Invest è riuscita a proseguire nel suo trend di crescita. Al 30 di settembre 2018 la raccolta netta YTD ha superato gli 800 milioni di euro, in linea con il risultato dello stesso periodo del 2017. Il dato è sostenuto dallo sviluppo di nuovi clienti, considerato che nel 2018 il numero dei rapporti è cresciuto di quasi 7.000 unità. “Questo testimonia un trend di sviluppo costante e sostenibile nel tempo che dimostra la capacità dei nostri private banker di creare una forte relazione di fiducia con i clienti”, spiega il manager.  Il target principale di Sanpaolo Invest è costituito dal cliente private banking proprio in considerazione del modello di servizio e delle caratteristiche dei nostri consulenti, che insieme consentono di rivolgere un’offerta completa in ottica di consulenza patrimoniale a clienti con standing elevato. “Tuttavia, essendo la nostra offerta complessiva modulata e scalabile, con una gamma molto ampia di prodotti e servizi, siamo in grado di rivolgerci a tutti i target di clientela, proponendo ad ogni cliente una pianificazione degli investimenti coerente con i suoi bisogni e progetti di vita, in un’ottica temporale di medio-lungo periodo”, specifica il direttore generale. 

Per Sanpaolo Invest il 2018 è stato un anno ricco di importanti novità, tra cui l’innovativa piattaforma d’investimenti ‘I Fogli Fideuram’.“ La piattaforma permette un’ampia diversificazione geografica, di asset class e di strumenti, in abbinamento ad una grande attenzione ai costi. I Fogli rappresentano un’innovazione proprio per la possibilità d’acquisto interamente in digitale con un’esperienza d’uso veloce e smart. Inoltre, la piattaforma è caratterizzata da efficienza operativa e fiscale con la possibilità per il cliente di scegliere il regime fiscale più adatto”, conclude Cubelli.

Professionisti
Società

Notizie correlate