Tags: Business |

Un anno eccezionale per l’industria europea dei fondi


Come ogni anno EFAMA, l’associazione rappresentativa del settore europeo della gestione degli investimenti, ha stilato un resoconto dell’andamento dell’industria del risparmio gestito europeo per quanto riguarda i prodotti UCITS e FIA. Stando ai dati forniti dalle 28 associazioni che rappresentano oltre il 99% delle attività totali dell’industria, “lo scorso anno è stato davvero positivo per l’industria dei fondi sia UCITS che FIA. È stato raggiunto un nuovo record di 15 trilioni di euro e le vendite nette hanno superato il precedente record stabilito nel 2015 di oltre 200 miliardi di euro”.

Per quanto riguarda i prodotti UCITS, i fondi obbligazionari hanno raggiunto un nuovo record, il più alto di sempre. I bassi livelli di volatilità e di diversificazione offerti dai fondi a reddito fisso hanno contribuito ad aumentare la domanda degli investitori in un contesto di mercato che è rimasto caratterizzato da tassi di interesse molto bassi.

Anche le vendite dei prodotti azionari sono state positive, in quanto hanno beneficiato della ripresa dell’economia europea e dell’aumento della fiducia degli investitori. Ci sono stati importanti afflussi sui fondi multi-asset, ma non hanno superato il record stabilito nel 2015 (240 miliardi di euro), a causa di un mercato più direzionale rispetto agli anni scorsi. Per quanto riguarda il mercato monetario, sebbene questa abbia offerto per tutto l’anno dei rendimenti bassi o addirittura negativi, ha registrato afflussi rilevanti, rimanendo quindi un ottimo strumento di diversificazione di portafoglio e gestione del rischio. 

Le vendite nello specifico
Il patrimonio netto di UCITS e FIA ​​è aumentato a 15.696 miliardi di euro (14.190 miliardi alla fine del 2016). Le vendite nette di UCITS e FIA ​​hanno raggiunto 937 miliardi di euro nel 2017 (457 miliardi di EUR nel 2016).

UCITS: Le vendite nette ammontano a 736 miliardi di euro (273 miliardi di euro nel 2016).

  • I fondi azionari hanno registrato una raccolta netta di 157 miliardi di euro (rispetto ai deflussi netti di 10 miliardi di euro nel 2016).
  • I fondi obbligazionari hanno registrato vendite nette pari a 314 miliardi di euro (115 miliardi di euro nel 2016).
  • I fondi multi-asset hanno registrato vendite nette pari a 180 miliardi di euro (41 miliardi di euro nel 2016).
  • Gli altri UCITS hanno registrato vendite nette pari a 16 miliardi di euro (17 miliardi di euro nel 2016).
  • I fondi del mercato monetario hanno registrato vendite nette pari a 69 miliardi di euro (110 miliardi di euro nel 2016).

FIA: I fondi di investimento alternativo hanno registrato vendite nette pari a 201 miliardi di euro (184 miliardi di euro nel 2016).

Bernard Delbecque, direttore di economia e ricerca di EFAMA ha commentato: "In dicembre, le vendite nette di UCITS e FIA sono scese al livello più basso dell'anno. Ciò ha principalmente rispecchiato i deflussi netti dai fondi del mercato monetario, un normale sviluppo a fine anno e un calo considerevole delle vendite nette di fondi obbligazionari a fronte dell'incertezza sui tassi di interesse".

Captura_de_pantalla_2018-02-26_a_las_14

Professionisti
Società

Notizie correlate