Tags: Consulenza | Business |

Trasparenza negli investimenti: un trend da seguire


Per Luca Valaguzza , chief product officer di Euclidea SIM, sono due i fattori che stanno rivoluzionando il mondo del risparmio gestito ed entrambi sono irreversibili. "Il primo fattore riguarda la rivoluzione digitale nel modo dei servizi finanziari: il fintech". Per il fondatore del primo digital private banker in Italia, "la principale motivazione che spinge la nascita di questi nuovi attori nel settore finanziario è la disintermediazione. La disintermediazione si nutre di web e la tecnologia del digitale offre una diversa esperienza al cliente finale in cui gli ingredienti fondamentali per l’utente sono la semplicità, la velocità e la trasparenza. Quest’ ultima è una necessità inderogabile nel digitale perché le regole di questo ambiente vedono alla base la comunicazione chiara e diretta delle informazioni. Condizione questa indispensabile per ingaggiare il cliente, dove i costi ad esempio sono uno dei cavalli di battaglia dei nuovi operatori nel momento in cui si pongono come alternativa agli operatori tradizionali."

Per il manager, oltre alla digitalizzazione del mercato, in ambito finanziario viene ad aggiungersi un altro elemento dalla forza prorompente: l’ingresso della MiFID2.  "Minimo comun denominatore delle novità portate dalla MiFID 2  sulla consulenza finanziaria, sulle commissioni e sulla chiarezza informativa è la trasparenza. L’obiettivo principale è infatti quello di rendere agli investitori più comprensibile e chiara l’ offerta di investimento, promuovendo, in questo modo, una maggior fiducia nel settore, da sempre percepito come opaco. Ottimizzare i servizi all’investitore, migliorare l’efficienza e promuovere la sua consapevolezza, sono questi i focus introdotti dalla MiFID 2. Elementi a cui ogni operatore dovrà adeguarsi e a cui, Euclidea, è conforme sin dalla fondazione.

Il digitale è sinonimo di trasparenza? 
"Purtroppo non necessariamente", spiega Valaguzza, "in quanto il web è un potentissimo motore che lascia però spazio a informazioni o operatori non sempre regolamentati. Infatti, tra tutte le potenzialità che offre l’online, c’è sempre il rischio di un utilizzo improprio dello strumento. Come SIM Euclidea è regolata Consob e vigilata da Banca d’Italia, elemento di primaria importanza quando ci si muove in un terreno così fertile e che propone nuovi player a un ritmo quasi incontrollabile. Un aspetto, quello della regolamentazione, da non sottovalutare quindi". Operatori qualificati e regolamentati, come Euclidea, sfruttano tutta la forza di disintermediazione del digitale, ma in un ambiente regolamentato come gli operatori tradizionali.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente