Tecnologia da settore a megatrend


Tratto dalla rivista numero 30 Funds People - sezione Megatrend.

Il settore tecnologico, con la sua evoluzione e la sua applicazione nei più svariati campi, è entrato a far parte dei megatrend di lungo periodo più acclamati tra gli investitori, soprattutto in un contesto di mercato che porta alla continua ricerca di rendimenti. Secondo i dati Morningstar Direct, i fondi appartenenti alla categoria Technology Sector Equity e disponibili alla vendita in Italia sono quelli che hanno registrato le migliori performance YTD e a 3 anni. Nella nostra analisi abbiamo considerato i 15 fondi con la migliore performance YTD e con rendimento almeno a un anno. Ma come cercare le migliori opportunità in un settore così ampio? Su cosa stanno puntando i gestori per creare valore?

-

La parola agli esperti

Hyun Ho Sohn, portfolio manager del FF Global Technology Fund A, EUR (rating Consistente Funds People) di Fidelity International, spiega su cosa si sta focalizzando quest’anno per la ricerca di alpha: “L'innovazione nei settori offre numerosi temi di investimento. I veicoli autonomi ed elettrici, l’intelligenza artificiale e la robotica sono in una fase di sviluppo iniziale. La combinazione dei Big Data con l’internet of things indica che l’information technology viene integrata in un numero sempre maggiore di dispositivi intelligenti, consentendo una rivoluzione nella produzione automatizzata (rivoluzione industriale 4.0). In materia di software - continua l'esperto - le aziende esposte alla domanda di soluzioni di digitalizzazione aziendale rimangono in una posizione di sovrappeso. Il portafoglio continua a beneficiare delle operazioni di M&A, che sono risultate particolarmente diffuse recentemente nell’ambito dei semiconduttori e dei software”. 

Denny Fish e Garth Yettick, CFA, portfolio manager dello Janus Henderson Capital Funds plc - Global Technology (rating Blockbuster Funds People), spiegano che in un settore complesso come quello tecnologico diviene fondamentale costruire il portafoglio ponendo attenzione al downside risk, alla resilienza e all’opzionalità. “Le società resilienti sono quelle con un profilo di crescita più maturo e prospettive di rendimento stabili. Le posizioni opzionali, invece, sono quelle che tendono ad avere un ciclo vitale più giovane ma con un alto potenziale di crescita. Il fondo quest’anno ha sovraperformato il suo benchmark, soprattutto grazie a titoli relativi a cloud-computing. Puntiamo inoltre su intelligenza artificiale e internet of things, che ridefiniranno la crescita globale e saranno il motore della crescita degli utili”, aggiungono gli esperti di Janus Henderson Investors.

-

Lo stock picking

Tom Riley, portfolio manager dell'AXA World Funds Framlington Robotech di AXA IM, conferma la sua posizione positiva sui fondamentali a lungo termine per la robotica e l'automazione, pur riconoscendo che la geopolitica e il quadro più debole siano attualmente al centro dell'attenzione degli investitori. “La selezione dei titoli è stata il principale fattore di sovraperformance, in particolare nello spazio delle piccole e medie capitalizzazioni, un settore in cui storicamente abbiamo sempre ottenuto valore aggiunto. Ci aspettiamo che i miglioramenti dell'innovazione nella connessione e nei semiconduttori, componenti cruciali per l'ecosistema della robotica e dell'automazione, continuino ad un ritmo sostenuto.  Ulteriori sviluppi nel software e in aree come l'intelligenza artificiale e l'analisi dei grandi dati potrebbero inoltre ampliare le applicazioni dei sistemi automatizzati”, conclude il gestore.

Professionisti
Società

Notizie correlate