Tags: Gestori | Alternativi |

Solo quattro fondi alternativi italiani positivi nel 2018


Il 2018 non passerà alla storia come un anno positivo per queste strategie. Anzi, questa categoria ha vissuto un anno disastroso, con una redditività media che, secondo i dati di Lipper, è stata del -3.5%. "Questo significa che, in generale, questi fondi non hanno soddisfatto le aspettative degli investitori, ossia, generare rendimenti positivi indipendentemente dalle condizioni di mercato", afferma Detlef Glow, head of EMEA Research di Lipper

Secondo le analisi di Funds People sulla base dati Morningstar, invece, solo quattro fondi alternativi italiani su un totale di 82 (quindi solo il 4,8%) ha ottenuto performance positive nel 2018. Una carneficina! Di questi quattro fondi, l’unico a distinguersi è l’AZ Fd1 Global Macro di Azimut CM SGR, che ha registrato una performance del 9,88%. Il fondo utilizza una strategia di asset allocation di respiro macroeconomico secondo un modello di analisi quantitativa. Attraverso l'investimento sistematico in azioni o in obbligazioni sottovalutate secondo modelli di analisi quantitativa, può sfruttare posizioni long o short sui singoli titoli.

Medaglia d’argento è il BG Selection Short Strategies dell'asset manager BG FM, che sfrutta in modo tattico posizioni lunghe e corte. Inoltre, il prodotto può invesire in altri fondi che adottano strategie d'investimento short o double short rispettivamente fino al 100% e al 30%. La sua esposizione indiretta netta ai mercati azionari globali, tra cui gli strumenti finanziari derivati, può variare da 0 a -100. Terzo sul podio è l’Eurizon Absolute Attivo, una strategia multiattiva che investe in azioni, obbligazioni (comprese ad esempio le obbligazioni convertibili o con warrant o comunque recanti opzione su azioni), in strumenti del mercato monetario e in strumenti finanziari derivati denominati in qualsiasi valuta, nei principali mercati internazionali.

L’ultimo fondo tra i quattro che hanno ottenuto performance positive nel 2018 è un fondo con rating Blockbuster Funds People 2018: Eurizon Fund - Absolute Prudente. Il comparto è gestito sempre da Roberto Bianchi, come il precedente, e investe in valori mobiliari di natura obbligazionaria di ogni tipo, in strumenti del mercato monetario ed in strumenti finanziari derivati denominati in qualsiasi valuta. L'obiettivo del fondo è di conseguire, su un orizzonte temporale di riferimento di 18 mesi, un rendimento medio annuo pari a: variazione dell'indice MTS (ex Banca d'Italia) BOT Capitalizzazione Lorda + 0,60%. Nel 2018, la strategia ha registrato un rendimento dell'1,11%.

Per quanto riguarda tutte le strategie alternative event driven, long/short credit, market neutral e currency, il 2018 è stato un anno da dimenticare: nessun fondo italiano ha ottenuto dei rendimenti positivi.

È vero che nel 2018 i fondi absolute return non hanno aiutato molto a contenere le perdite sui mercati, ma dobbiamo ricordare che non possiamo valutare questi risultati solo nel breve termine. Nel medio-lungo periodo, questa tipologia di fondi continua ad avere un alto potenziale di diversificazione del rendimento ciclico dei mercati e contribuisce a ridurre la volatilità di un portafoglio multi-asset.

Con la gestione attiva, l’investitore ha due vantaggi su cui contare: la selezione dei titoli e l’esposizione al mercato. “Per esempio, da qualche mese abbiamo ritagliato una fetta di liquidità via via crescente sui nostri fondi dedicati alle azioni. Se i listini dovessero cedere, abbiamo ampio spazio per cogliere le opportunità che si presenteranno”, spiega Giovanni Brambilla, AD di AcomeA SGR

 

Fondo Morningstar Category Società Rendimenti 2018 in %
AZ Fd1 Global Macro Global Macro Azimut CM SGR 9,88
BG Selection Short Strategies Long/Short Equity BG FM 2,19
Eurizon Absolute Attivo Multialternative Eurizon Capital SGR 1,65
Eurizon Absolute Prudente Multialternative Eurizon Capital SGR 1,11

Fonte: Dati Morningstar al 12 gennaio 2019.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 Siguiente