Tags: Stile |

Si scaldano i motori per la CFA Research Challenge 2019


Riparte la CFA Research Challenge, la competizione di finanza organizzata da CFA Institute, alla quale ogni anno partecipano le migliori università al mondo. In collaborazione con FactSet, Fidelity International e PwC, CFA Society Italy coordina la sfida locale che coinvolge gli studenti di otto atenei italiani. All’edizione 2019 prendono parte otto squadre provenienti da Università Cattolica di Milano, Politecnico di Milano, Università Ca’ Foscari, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Pavia, Libera Università di Bolzano, Università Politecnica delle Marche e Università di Napoli Federico II.

Case study e modalità

Ogni team, disponendo delle competenze di merito di un mentor e professionista CFA e dei sistemi analitici e finanziari FactSet, ha il compito di analizzare una società quotata in Borsa Italiana. L’oggetto di studio di quest’anno è Interpump, leader mondiale di pompe a pistoni professionali ad alta pressione e uno dei principali gruppi operanti sui mercati internazionali nel settore dell'oleodinamica. Interpump Group nasce nel 1977 a S. Ilario d'Enza (RE), a opera di Fulvio Montipò, attuale Presidente e Amministratore Delegato. Dal 1996 la società è quotata alla Borsa Italiana, ed è attualmente inclusa negli indici FTSE Italia Mid Cap e FTSE Italia STAR.
Partendo da una sessione di confronto aperta e diretta con Luca Mirabelli, Head of Investor Relations di Interpump, gli studenti in gara dovranno redigere un report “Initial Coverage” e presentare il proprio lavoro in inglese a due panel distinti di professionisti del settore finanziario, tra cui analisti, gestori di portafoglio e responsabili degli investimenti.

Secondo gli standard disposti da CFA Institute, la competizione si svolge su tre livelli. Alla prima fase nazionale, che si chiude con la vittoria della migliore squadra italiana, seguiranno le fasi regionali e quella globale. ll team vincitore della finale italiana – che si terrà il prossimo 28 febbraio a Milano presso gli uffici PwC – avrà l’opportunità di partecipare alla finale regionale EMEA a Zurigo il 10 e 11 aprile. La finale globale si disputerà a New York, il 25 aprile, con le squadre finaliste di Europa, Asia Pacifico e Americhe.

L’eccellente grado di preparazione degli studenti del nostro Paese ha permesso al Made in Italy di primeggiare, con il team rappresentativo del Politecnico di Milano, alla finale regionale EMEA per ben tre volte, nel 2016, 2014 e nel 2011, e a quella globale nel 2011.

“La CFA Institute Research Challenge è una competizione altamente formativa, che consente di avvicinare il mondo accademico a quello professionale e delle società”, sottolinea Giancarlo Sandrin, CFA, Presidente di CFA Society Italy. “Questa competizione consente di poter dar luce alle nostre Università, che come spesso è accaduto negli anni passati, si sono posizionate tra le finaliste, e di far conoscere brillanti realtà italiane come Interpump. Siamo lieti di collaborare con aziende di successo a valore aggiunto come FactSet, Fidelity International e PwC, che supportano la realizzazione dell’iniziativa".

Professionisti
Società

Notizie correlate

Il CFA è davvero necessario?

Dal 2005, il volume di asset in mano ai gestori si è mantenuto piatto, mentre il numero dei cadidati registrati per sostenere l’esame che permette di ottenere il titolo CFA si è incrementato. Siamo di fronte a una crescita che risponde a una necessità reale o a una bolla?