Tags: Business | SRI | Europa |

Shareholders for Change presenta il suo primo engagement report


Shareholders for Change (“Azionisti per il Cambiamento”) è una rete di investitori istituzionali europei che, in qualità di azionisti, svolgono attività di engagement, ovvero di dialogo con le imprese, al fine di influenzare positivamente e sollecitare buone pratiche e comportamenti sostenibili e responsabili nel medio-lungo periodo. Costituita a Milano nel dicembre del 2017, lo scorso 28 giugno ha presentato il suo primo “Engagement Report” a Vienna, presso la sede di “fair-finance Vorsorgekasse”, uno dei sette membri fondatori. Il rapporto illustra i principali progetti di engagement avviati dalla rete nella prima parte del 2018.

"Con un patrimonio gestito che supera i 22 miliardi di euro, abbiamo espresso i nostri voti, formulato domande nel corso delle Assemblee delle varie società, inviato lettere ai membri dei CdA e fissato incontri presso le diverse aziende", ha dichiarato Andrea Baranes, presidente di Fondazione Finanza Etica, ente coordinatore di SfC. "In totale abbiamo avviato 15 progetti di engagement tuttora in corso".

"Etica Sgr è pioniera in Italia per l’engagement, una delle forme più avanzate di investimento responsabile. Siamo convinti che costruire un dialogo duraturo con le aziende nelle quali investono i nostri fondi sia un’importante assunzione di responsabilità, un’attività in grado di portare valore aggiunto ai nostri investimenti e, quindi, ai nostri clienti, soprattutto nel lungo periodo" ha dichiarato Luca Mattiazzi, direttore generale della società. "Essere parte di Shareholders for Change e lavorare fianco a fianco con altri importanti protagonisti europei dell’engagement è per noi un onore e una sfida, che ci sprona ad essere sempre più protagonisti nel mondo della finanza sostenibile e responsabile".

I membri di Shareholders for Change, tra i tanti temi toccati, hanno approfondito i metodi di approvvigionamento del cobalto nel settore automobilistico, le strategie di elusione fiscale e le politiche di remunerazione. Hanno, inoltre, richiamato l’attenzione sugli impatti negativi in tema ambientale degli investimenti finanziari. Il prossimo incontro della rete SfC sarà a Parigi in dicembre; in tale occasione verrà presentato un nuovo rapporto sulle politiche fiscali adottate da alcune multinazionali europee.

Professionisti
Società

Notizie correlate