Quattro vantaggi delle obbligazioni senior garantite in un contesto incerto


Contributo a cura di Kelly Burton, Managing Director di Barings. Contenuto sponsorizzato.

Le ripercussioni del coronavirus continueranno probabilmente a gravare sui mercati nelle settimane e nei mesi a venire. Il segmento high yield è stato particolarmente penalizzato nel mese di marzo, facendo registrare un significativo ampliamento degli spread. Benché i differenziali si siano successivamente ridotti dopo che la Federal Reserve (Fed) statunitense ha annunciato che avrebbe iniziato ad acquistare le obbligazioni dei cosiddetti fallen angels o "angeli caduti" (titoli recentemente declassati dal rating investment grade più basso ad high yield), la durata e la gravità della pandemia rimangono ancora una grande incognita. Con questa consapevolezza, è importante monitorare attentamente gli sviluppi in modo costante e in base all'evolversi della situazione.

Al momento i mercati sono aperti e le società di qualità sono state perfettamente in grado di rifinanziarsi o di avere accesso ad ulteriori fonti di capitale, seppur a fronte di un maggiore rendimento (comprensibilmente) richiesto dagli investitori. I titoli senior garantiti godono attualmente di popolarità tra gli investitori high yield in cerca di ulteriori garanzie per affrontare questo clima di incertezza e le obbligazioni senior garantite, in particolare, sono in grado di offrire diversi vantaggi importanti.

Vantaggio n. 1: tassi di recupero storici più elevati rispetto alle obbligazioni non garantite

Come suggerisce il termine "senior", le obbligazioni senior garantite si collocano in cima alla struttura del capitale di una società, in una posizione più elevata rispetto al debito subordinato e alle azioni. Per "garantite" invece si intende che sono assistite da collaterale o da una qualche forma di attivo, tra cui immobili e attrezzature ma anche attivi intangibili come software e marchi commerciali. In definitiva, ciò significa che se una società non adempie al proprio servizio del debito, i detentori di bond senior garantiti sono rimborsati in via prioritaria rispetto agli obbligazionisti junior.

Occupando una posizione senior nella struttura del capitale ed essendo garantiti da alcune o tutte le attività dell’emittente, storicamente questi titoli hanno offerto tassi di recupero più elevati in confronto alle obbligazioni non garantite. Secondo le convenzioni di mercato, le obbligazioni senior garantite sono generalmente coperte due volte dal valore della società che le garantisce. In pratica, ciò significa che se un emittente risulta inadempiente, rispetto ai creditori non garantiti i prestatori senior garantiti beneficiano di una posizione privilegiata sia nel caso di una ristrutturazione del debito sia in casi piu’ estremi nell’assumere la proprietà della società, il che massimizzerà i recuperi. Tra il 1987 e il 2019, infatti, il tasso medio di recupero per le obbligazioni senior garantite in default si è attestato al 61,9%, a fronte del 47,0% per le omologhe non garantite e del 28,0% per il debito subordinato. 1

Captura_de_pantalla_2020-06-09_a_las_15

Fonte: Moody's, media globale dei tassi di recupero del debito societario. A febbraio 2020.

Vantaggio n. 2: minore esposizione al settore energetico

Complessivamente, le obbligazioni senior garantite presentano una minore esposizione al comparto energetico rispetto al mercato più ampio dell'alto rendimento. Nelle ultime settimane le difficoltà di questo settore, in particolare quelle legate al petrolio, si sono amplificate in seguito alla drammatica contrazione della domanda di greggio provocata dal lockdown globale. Di conseguenza, i prezzi petroliferi hanno registrato un aumento della volatilità, evidenziando altresì un brusco calo in territorio negativo ad aprile. Anche se è impossibile prevedere come evolveranno questi rischi nel lungo termine, le obbligazioni senior garantite potrebbero trovarsi in una posizione migliore per affrontare con successo eventuali turbolenze, grazie a un'esposizione più contenuta al settore energetico.

Vantaggio n. 3: gamma di opportunità ampia e in crescita

Le dimensioni e la diversità dell'offerta di obbligazioni senior garantite sono un altro elemento che gli investitori dovrebbero tenere in considerazione: ad oggi il valore di questo mercato supera i 317 miliardi di dollari.2 In seguito alla crisi finanziaria globale, in particolare, l'asset class ha iniziato a evidenziare una crescita considerevole, dovuta in gran parte al suo emergere quale valida fonte di finanziamento per le società quando altri mezzi di raccolta di capitali (come prestiti e obbligazioni non garantite) presentavano delle limitazioni. Più recentemente, con il diffondersi della pandemia, l'emissione di bond senior garantiti negli Stati Uniti si è rivelata superiore alla media. Ciò è ascrivibile principalmente agli sforzi delle imprese, soprattutto di quelle più colpite dalla COVID-19, volti a rafforzare i rispettivi profili di liquidità, attingendo al mercato delle obbligazioni garantite a cedole elevate per remunerare gli investitori per l'attuale contesto di mercato.

Vantaggio n. 4: rendimenti regolari nel tempo

Storicamente le obbligazioni senior garantite hanno conseguito solidi rendimenti, anche in periodi di incertezza geopolitica come, ad esempio, durante la crisi finanziaria globale, quella del debito sovrano, il "Taper Tantrum" e la Brexit. Benché tali rendimenti siano leggermente inferiori a quelli generati in media dai titoli high yield statunitensi, europei e globali, queste classi presentano quote significative di obbligazioni non garantite. Ciò significa che per gli investitori disposti a rinunciare a una porzione relativamente ridotta di spread o rendimento, i bond senior garantiti offrono una maggiore protezione del capitale rispetto al debito high yield non garantito.

Conclusioni

Anche se questa crisi non va sottovalutata, è importante ribadire che i mercati finanziari da sempre tendono a esibire inefficienze di prezzo a breve termine durante le distorsioni o le fasi di volatilità. Negli anni successivi alla crisi finanziaria, abbiamo assistito a un'alternanza di propensione e avversione al rischio, dove a flessioni del mercato facevano spesso seguito periodi di ripresa e rialzi. Inoltre, durante queste fasi i mercati del credito hanno quasi sempre subito perdite inferiori e beneficiato di una ripresa molto più rapida in confronto ai mercati azionari.

Anche se ogni crisi è diversa, abbiamo affrontato situazioni simili in passato e sappiamo che questi periodi possono anche offrire opportunità significative se si agisce con prudenza. Alla luce della volatilità che continua a caratterizzare attualmente i mercati, le obbligazioni senior garantite appaiono particolarmente interessanti: i vantaggi rappresentati dalla loro posizione senior nella struttura del capitale e dal collaterale offerto in garanzia dagli emittenti contribuiscono all'attrattiva di questi titoli nell'eventualità di default generalizzati.

Il presente articolo è riservato agli investitori professionali ai soli fini informativi e non costituisce offerta di titoli, prodotti, servizi o fondi, ivi compresi prodotti di investimento o fondi sponsorizzati da Barings, LLC (di seguito nel testo “Barings”) o da una qualsiasi delle sue società affiliate. Le informazioni contenute nell’articolo rappresentano l’opinione dell’autore alla data indicata, e potrebbero non riflettere le informazioni effettive di fondi o prodotti di investimento gestiti da Barings o da una qualsiasi delle sue società affiliate. Né Barings né alcuna delle sue società affiliate ne garantiscono la precisione o completezza, e non si assumono alcuna responsabilità per eventuali danni diretti o indiretti derivanti dal loro utilizzo. I RENDIMENTI PASSATI NON SONO NECESSARIAMENTE INDICATIVI DI RISULTATI FUTURI. Un investimento comporta il rischio di una perdita.

 

1Fonte: Moody's, media globale dei tassi di recupero del debito societario. A febbraio 2020.

2Fonte: Bank of America Merrill Lynch. Al 30 aprile 2020.

 
Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 Siguiente