Tags: Business |

Quali fondi vanno per la maggiore quest’anno?


Il 2019 è iniziato come è finito il 2018: con deflussi di denaro nel settore europeo del risparmio gestito. Nonostante la buona performance registrata dai mercati, Gennaio è diventato il nono mese consecutivo di rimborsi in tutta Europa, con uscite di 7.000 milioni di euro, secondo Refinitiv (ex Thomson Reuters Lipper). Tuttavia, in questo scenario avverso, su alcune tipologie di prodotto si registrano afflussi, come per gli ETF, con oltre 8.100 milioni.

Ma la vera domanda è: Cosa sta facendo l'investitore con i propri soldi da inizio d'anno?

Grande interesse per i monetari

A gennaio, questi prodotti hanno toccato i 3.800 milioni. Sul podio ci sono Generali Investments (3.300 milioni di raccolta netta), Credit Mutuel (2.200 milioni) e BNP Paribas AM (2.100 milioni di euro), che si sono posizionati anche come le entità che hanno raccolto di più in Europa il mese scorso, proprio per l'interesse degli investitori per questa asset class. Si sono registrate entrate significative in fondi monetari in euro (13.800 milioni di depositi) e deflussi in dollari (-7.300 milioni).

Deflussi dall’azionario dei mercati sviluppati…

In secondo luogo, gli investitori europei stanno pian piano uscendo dai fondi azionari e dagli alternativi. Le borse hanno registrato deflussi netti di 7.400 milioni nel primo mese dell'anno, dato che l’azionario europeo (-3.600 milioni) e statunitense (-3.400 milioni) hanno sofferto più degli altri. Deflussi anche per i prodotti del Regno Unito (-2.500 milioni) e dell'Eurozona (-2.400 milioni).

...e afflussi per le strategie azionarie emergenti e globali

Tuttavia, all'interno di questo universo, ci sono categorie che registrando afflussi, come i fondi azionari emergenti e globali. I primi hanno registrato entrate per 3.400 milioni, mentre i secondi per 3.200 milioni. KBC (1.800 milioni), Link Asset (1.600 milioni) e UBS AM (800) sono stati i gestori che sono riusciti maggiormente ad attirare l’interesse degli investitori con le loro strategie azionarie.

Dai prodotti alternativi invece sono usciti 7.700 milioni. H20 Asset Management, filiale di Natixis, IM, è riuscita a superare la tempesta meglio degli altri e ha registrato entrate nette di 600 milioni nel mese di gennaio. BMO Global AM ​​e DWS, rispettivamente 300 milioni e 200 milioni.

Afflussi nel reddito fisso emergente in hard e loca currency ...

In questo inizio d’anno, gli investitori europei hanno scommesso sul reddito fisso. Questi prodotti hanno registrato afflussi per 12.700 milioni nel mese di gennaio. In particolare, i fondi che investono in obbligazioni emergenti in hard currency. Solo a gennaio hanno attratto 4.400 milioni, diventando la categoria più acquistata nel primo mese dell'anno. Anche i prodotti a reddito fisso emergenti in valuta locale hanno registrato afflussi netti (1.800 milioni).

… e uscite dall’obbligazionario europeo a breve termine

Ci sono stati deflussi dai fondi europei a reddito fisso a breve termine (2.600 milioni). I gestori che hanno fatto meglio sono BlackRock, con entrate per 3.800 milioni, PIMCO (2.200 milioni) e AllianceBernstein (1.100 milioni). 

Bilanciati

Infine, per i bilanciati, ci sono stati rimborsi per 3.500 milioni di euro, con i bilanciato flessibile che hanno registrato i maggiori deflussi (-1.300 milioni). Aviva, con una raccolta netta di 500 milioni di fondi bilanciati a gennaio, Union Investment (300 milioni) e Flossbach von Storch (200 milioni), sono state le entità che hanno raccolto di più in questa categoria.

Società

Notizie correlate