Tags: Consulenza |

Quali fondi preferiscono i consulenti finanziari?


Le soluzioni d’investimento che vengono proposte alla clientela retail riguardano soprattutto prodotti del risparmio gestito. Questo perché sono più semplici da spiegare e delegano la gestione a un manager. 

IWBank Private Investments dispone di una piattaforma aperta che prevede oltre 4000 fondi di 40 diverse case di gestione. "Per noi risparmio gestito significa una scelta di fondi alla carta, collocati direttamente e non attraverso pacchetti preconfezionati”, spiega Stefano Lenti, responsabile Area Consulenti Finanziari e Wealth Management, IWBank Private Investments. “Ci tengo a specificare che essendo una realtà che nasce dalla fusione di una banca online con una rete di consulenti finanziari, possiamo davvero vantare uno spettro di clientela molto ampio sia per masse (retail, affluent e private di alto profilo che serviamo attraverso la nostra unit di Wealth Manager) sia per modalità operativa (predisposizione all’online, clienti solo in consulenza, clienti digitali ma con esigenze complesse che si fanno comunque seguire da un consulente finanziario)”.  

Gianluca Scelzo, direttore commerciale di Copernico SIM si definisce prima di tutto un Consulente finanziario. “Da noi non esiste la differenziazione tra corporate, private e retail, tipica del sistema bancario: i nostri Consulenti, infatti, sono liberi di annoverare tra la propria clientela dalle fondazioni alle singole persone fisiche. C’è chi poi si specializza ad esempio sulle imprese e chi, invece, preferisce lavorare con le famiglie. In ogni caso, crediamo che la relazione tra cliente e consulente sia imprescindibile”.

Inoltre, uno dei nostri valori aggiunti è che siamo una realtà multi-brand sin dalla nascita e non abbiamo prodotti nostri o a noi riconducili. Basterebbe guardare gli allegati provigionali: nelle reti classiche il Consulente Finanziario preferisce vendere il prodotto di casa mentre questo conflitto d’interesse per noi non esiste”. In Copernico SIM lavorare con una Società Prodotto o un’altra non cambia nulla. Ogni consulente è libero di scegliere il prodotto più adeguato in funzione delle esigenze del cliente che ha di fronte.

L’approccio di Fideuram – ISPB si basa sulla consulenza che si sviluppa attraverso l’analisi dei bisogni e dei progetti complessivi dei nostri clienti. “Crediamo fortemente in soluzioni di investimento personalizzate perché siamo convinti che i prodotti e i servizi non costituiscano, da soli, le risposte ai bisogni ma siano solo dei singoli tasselli”, spiega Giuseppe Baiamonte, responsabile Coordinamento Rete Consulenti Finanziari, Fideuram – ISPB. “Abbiamo una gamma di prodotti ampia e costantemente aggiornata. La nostra strategia di crescita prevede una segmentazione della clientela con servizi dedicati a seconda delle loro diverse esigenze: affluent, private o HNWI. E’ questo il passaggio dalla consulenza finanziaria alla consulenza personalizzata”. 

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente