Tags: Stile |

Parte il Master organizzato dai big player del Fintech


A fine ottobre partirà, presso l’Università LUMSA di Roma, il Master internazionale in Fintech & Innovation, promosso da Fintech EduLab LUMSA Master School, insieme a Fintech District, in qualità di ecosystem partner. 

Tra gli education partner figurano il Centre for Finance, Technology and Entrepreneurship (CFTE) di Londra, Instilla di Milano e il SuperCharger Fintech Accelerator di Hong Kong, tra i corporate partner sono presenti alcuni dei principali player del settore: BorsadelCredito.it, Circle, Curvegrid, Endeavor Italy, Fabrick, Finetiq Limited, FinanceAds, Housers, KPMG, Medici, Moneyfarm, N26, Opportunity Network, Oval Money, Regtech Canada, Supernovae Labs, Traction Management e Virtual B; media partner del progetto Starting Finance. 

Finleap, il principale Fintech company builder e Fintech hub europeo con sedi in Berlino e Milano, partecipa al progetto in qualità di international community partner.

Commenta Alessandro Longoni, head del Fintech District: “Come Fintech District siamo felici e orgogliosi di contribuire a questa evoluzione del sistema formativo italiano affiancando Fintech EduLab e Università LUMSA nella realizzazione del primo master interamente dedicato al Fintech in Italia. Oltre che punto di accesso al Fintech Italiano per gli stakeholder internazionali, ci posizioniamo anche come hub di riferimento per chi in Italia opera nel Fintech. In tale veste, dialogando con i membri della nostra community e con i maggiori players del settore operanti nel nostro Paese, abbiamo riscontrato difficoltà nel trovare persone con una preparazione adatta per questo nuovo e vibrante settore. Crediamo che questo master possa dare una risposta a questo bisogno. Essere parte attiva di questa iniziativa per noi quindi significa dare maggiori opportunità ai nostri giovani e creare le condizioni per cui l’ecosistema italiano del Fintech possa crescere sempre di più, diventando maggiormente competitivo a livello europeo e internazionale, facendo così crescere il sistema Paese”. 

L’obiettivo del Master in FINTECH & INNOVATION è di garantire ai partecipanti l’accesso alle opportunità professionali presenti sia in Italia che nei paesi in cui il mercato del Fintech è più evoluto, grazie ad una faculty internazionale composta da professionisti provenienti da alcuni importanti Fintech hub come Hong Kong, Londra, Berlino, Madrid, Tokyo e Milano. 

In UK, secondo un’indagine di Joblift (fonte: https://bit.ly/2v3qc5N), si registra un aumento delle offerte di lavoro in ambito Fintech del 9% su base mensile rispetto ad una contrazione del 3% del mercato finanziario tradizionale. La remunerazione media nel Fintech offerta ad un professionista è inoltre molto più alta rispetto a quella di un professionista operante nella finanza tradizionale. Esiste anche una forte richiesta estera di professionisti della cryptocurrency o blockchain (fonte: https://cointelegraph.com), settore che presenta la maggiore crescita nei primi due trimestri del 2018 in termini di offerte lavorative per freelancer secondo una ricerca realizzata da Upwork (fonte: https://bit.ly/2K9RGOj). 

A questi risultati fanno eco quelli emersi da uno studio di Medici che ha evidenziato come i principali driver di successo dei maggiori Fintech Hub del mondo risultino essere la talent supply chain promossa dalle aziende, sia lato IT che business, e le azioni governative a supporto dell'ecosistema. 

Aggiunge Alessandro Longoni, “il continuo e crescente sviluppo del settore Fintech sta facendo nascere nuove professioni che non sono contemplate nell’attuale offerta di lavoro. Ecco perché è importante aggiornare e rinnovare l’ambito educativo, in modo che le nuove generazioni possano avere a disposizione dei percorsi formativi che diano loro maggiori opportunità di occupazione, mettendo a disposizione sul mercato del lavoro nei prossimi anni quei profili che le aziende Fintech e più innovative già oggi richiedono”. 

Il Master in Fintech & Innovation si pone l’obiettivo di dotare gli studenti di una profonda comprensione del fenomeno Fintech e delle relative conoscenze e competenze, sia specifiche che trasversali, facendo da anello di congiunzione tra la formazione accademica e le attività di recruiting e talent management promosse dalle grandi corporation bancarie e dalle startup. Il master è stato infatti disegnato partendo dalla domanda di settore e dalle esigenze dei partner, sia italiani che esteri -Londra, Berlino, Madrid, Hong Kong e Tokyo- per garantire le migliori opportunità di inserimento ai talenti con la giusta attitudine e formazione. 

I candidati ideali sono neolaureati che vogliono lavorare nella finanza innovativa all’interno di grandi istituzioni finanziarie, società di consulenza e startup in qualità di Business Development Manager, Innovation Manager, Product & Service Designer, Data Analyst, Marketing & Sales Specialist, Technology/Financial Services Consultant. 

Il percorso si rivolge anche a professionistie a profili tecnici e manageriali che vogliono ampliare in maniera trasversale le proprie conoscenze in ambito Fintech per sviluppare la propria carriera, oltre che a coloro che hanno l’ambizione di raccogliere la sfida offerta dal futuro della finanza avviando la propria start-up

Il corpo docenti annovera alcuni dei maggiori esperti italiani di settore: Giuseppe Argirò (Head of Digital Innovation for SME & Corporate di Intesa Sanpaolo), Pasquale Ambrosio (Associate Partner KPMG e Fintech Leader), Claudio Bedino (Co-Founder & COO di Oval Money), Roberto Ferrari (Presidente di ClubDealOnline e ex Chief Digital & Innovation Officer di Mediobanca), Elena Lavezzi (General Manager Italia di Circle), Giordano Lombardo (Co-Founder & Chairman di Rationis, ex CEO di Pioneer Investments), 

Raffaele Mauro (Managing Director di Endeavor Italia), Alessandro Onano (CMO di Moneyfarm), Matteo Rossanigo (Head of Group Organization di Banca Sella Holding), oltre a numerosi professionisti provenienti da alcuni dei principali Fintech hub del mondo come Hong Kong, Londra, Berlino, Tokyo e Milano. 

Il Master avrà una durata di 12 mesi che vedranno alternarsi lezioni frontali, workshop, business case, project work e stage. Infine, durante il percorso di studi, gli studenti avranno l’opportunità di visitare personalmente alcune delle più interessanti realtà Fintech dell’ecosistema inglese nel corso di un Fintech tour tra Londra ed Oxford. 

Tutte lezioni saranno disponibili anche sulla piattaforma e-learning del Master, grazie alla quale gli studenti potranno frequentare il corso anche da remoto. 

Tramite la piattaforma sarà possibile seguire le lezioni in diretta streaming, interagendo con compagni e insegnanti, e accedere anche offline alla registrazione delle lezioni. 

Per informazioni sul Master bit.ly/MasterFintech 

Fintech EduLab è una giovane startup impegnata nel settore della formazione in ambito finanziario. Consapevole del profondo cambiamento che il mondo della finanza sta attraversando, Fintech EduLab, in collaborazione con i suoi partner internazionali, si pone l’obiettivo di portare in Italia le best practices della Fintech education globale. 

Nella sua attività, Fintech EduLab può contare sul valido e attivo supporto di un network globale composto dai migliori professionisti delle più prestigiose istituzioni, università, società di investimento e startup di successo. 

L’intento è quello di fornire a chi è interessato al mondo Fintech quanto necessario per inserirsi con successo nella nuova finanza.

Per info sul master:

Landing Page: https://masterschool.lumsa.it/master_primo_livello_fintech_innovation

Website: http://master.fintechedulab.com/

YouTube Playlist: https://www.youtube.com/watch?v=WHl1sBLKCAE&list=PLhegWhuzdeKP-V1ruPZzh4JDcyo2oJ3qZ

Notizie correlate