Parmeggiani (Sumus Capital SGR): “Investiamo in obbligazioni BB”


Sumus Capital SGR è una società di gestione patrimoniale con sede a Ginevra e una succursale a Lugano. La società è nata nel 2015 come family office, offrendo al pubblico servizi di wealth management (600 milioni di AuM) e dal 2016 gestisce tre comparti di OICVM disponibili alla vendita in Italia (300 milioni di AuM). L’offerta riguarda tre strategie: multi-asset, high yield e crossover.

“Ricerchiamo delle performance annuali costanti, evitando incidenti di percorso”, commenta Luca Parmeggiani, founder e CEO di Sumus Capital SGR. “Vogliamo essere un punto di riferimento per il risparmiatore di lungo periodo”. L’approccio di gestione dei fondi si focalizza sulla generazione di beta, quindi su un’accurata analisi del sentiment di mercato. “Cerchiamo di essere bravi nelle scelte di allocazione e successivamente nella selezione obbligazionaria. Le nostre posizioni singole restano infatti sempre piccole e abbiamo dei portafogli ben diversificati”, spiega il CEO.

Tra i prodotti offerti dalla casa troviamo un fondo che utilizza una strategia di gestione singolare. Il Crossover Fund investe a livello globale su obbligazioni BB denominate in dollari. “Abbiamo deciso di investire in questi strumenti perché sono le obbligazioni più efficienti, spiega il CEO. “Prendendo in considerazione l’efficienza dell’investimento, ossia la reddittività in rapporto alla volatilità (redditività ottenuta per unità di volatilità) mi accorgo che, sul lungo termine, le obbligazioni BB hanno dei risultati migliori dello S&P500 e delle obbligazioni high yield. Inoltre, il tasso di default è ancora molto accettabile”. 

Captura_de_pantalla_2018-09-05_a_las_10

Fonte: Sumus Capital SGR, Monthly Historical Returns.

Il fondo investe in due tipologie di strumenti: i fallen angels e i rising star. I primi sono le società che hanno appena perso lo status di ‘obbligazione investment grade’. Come si vede dal grafico, il rating di Gazprom era sceso al BB per poi risalire. “Per capire come comprare le società in questa finestra temporale è necessaria un'analisi della società e della sua struttura del debito”.

Captura_de_pantalla_2018-09-05_a_las_10

Fonte: Sumus Capital SGR.

Le rising star sono invece le società che hanno un forte potenziale di upgrade. “Abbiamo scelto di basare la strategia di questo fondo su questa determinata asset class perché viene poco considerata dagli asset manager. I gestori che investono su bond investment grade non possono prenderla in considerazione, mentre quelli che investono in high yield cercano alti rendimenti su bond più rischiosi”, commenta Parmeggiani. “Inoltre, ci siamo resi conto che offre un rendimento più elevato in relazione al rischio assunto rispetto a tutte le altre classi di obbligazioni”.Captura_de_pantalla_2018-09-05_a_las_10

Fonte: Sumus Capital SGR, "Average spread Dec 2001 to Dec 2016 5-7 Y bonds". 

“Già nel settembre 2017 abbiamo capito che il 2018 sarebbe stato un anno difficile per gli investimenti a reddito fisso. Ciò che abbiamo fatto è stato ridurre la duration dei nostri portafogli. Ci aspettiamo che la FED non possa mantenere la promessa di alzare i tassi d’interesse ancora 3-4 volte, in quanto Trump vuole ancora un dollaro debole. Di fronte a questo scenario, quindi, stiamo pian piano aumentando la duration dei nostri portafogli in vista di un'eventuale fine del ciclo economico”, conclude il CEO. 

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente