Tags: Alternativi |

Occhi puntati ad est


Analisi a cura di Bart TurtelboomCo-fondatore di APQ Partners LLP, all'interno della piattaforma di Merrill Lynch, specializzata nei mercati emergenti

Stiamo assistendo a un gioco di rischio politico calcolato in Ucraina dove si intensificano gli atti di violenza nella regione est del Paese. Riteniamo che gli scenari possibili siano tre: (1) Stati Uniti e Russia raggiungono un accordo su come gestire l’Ucraina nei prossimi anni, (2) escalation di violenza con una vera e propria invasione dell’Ucraina orientale da parte della Russia e (3) persistenza dell’attuale «basso livello» di ostilità. Nonostante siano aumentate le probabilità che la violenza continui a crescere, crediamo che sia interesse comune di Stati Uniti e Russia allontanarsi dall’orlo del baratro. Siamo quindi convinti che probabilmente arriveremo allo scenario 1 passando per lo scenario 3. Perché? Un’invasione diretta dell’Ucraina orientale farà pagare un prezzo salato alla Russia, in termini economici nel breve termine e in termini politici nel lungo termine. L’imposizione di ulteriori sanzioni penalizzerà la già debole economia russa e la stabilizzazione dell’Ucraina orientale dopo l’invasione sarà molto onerosa. Malgrado le turbolenze politiche nell’Est Europa , le prospettive per gli attivi dei mercati emergenti sembrano promettenti e offrono eccellenti opportunità, in termini di rendimento e di valore, grazie alla crescita corrente e attesa delle loro economie, alla loro solida posizione creditizia e ai benefici derivanti dalla svalutazione delle loro monete. Attualmente, APQ Asset Management collabora con la piattaforma MLIS di Bank of America Merrill Lynch; subordinatamente alle autorizzazioni regolamentari, nei prossimi mesi la strategia APQ Emerging Markets sarà disponibile sulla rinomata piattaforma MLIS in un fondo UCITS.

Professionisti