Eletto il nuovo presidente Anasf


Si è concluso oggi l’XI Congresso Nazionale Anasf, il primo nella storia dell’Associazione svolto in modalità online a seguito delle disposizioni derivanti dall’emergenza sanitaria Covid-19. Luigi Conte è stato nominato all’unanimità nuovo Presidente.

Nato a Torre del Greco (Na) nel 1969, laureato in Scienze sociali e antropologia, certificato Efa dal 2002, avvia la sua attività nel 1998 in Ing Sviluppo Investimenti. Dal 2004 è Personal Financial Advisor e componente Advice Team di Unicredit Xelion Banca. Dal 2008 è senior private banker in Finecobank Banca Fineco Spa. Iscritto all’Albo dal 1998, in Anasf dal 1999, è stato componente del Comitato regionale Campania dal 2002 al 2011. In Commissione nazionale sull’Evoluzione della professione dal2006 è stato eletto in Consiglio Nazionale la prima volta nel 2006 e per il secondo mandato nel 2015. Componente del Comitato territoriale della Lombardia dal 2015. Nominato nel 2016 Vicepresidente Vicario di Anasf, in Comitato Esecutivo con la responsabilità dell'area Formazione e Rapporti con le Università, a luglio 2020 diventa presidente dell’Associazione.

A eleggere il Presidente Conte all’unanimità è stato il nuovo Consiglio Nazionale, di cui fanno parte:

Biafore Drago; Briganti Antonino detto Antonio; Carli Rossella; Castelli Mario; Cesario Alfredo; Colombo Franco; Conte Luigi; Durando Nicola; Figoli Jonathan; Florentino Nicola; Foti Alma; Frigerio Gabriele; Ghidini Luca; Giannetto Giuseppe; Granzotto Mauro; Graziani Felice; Mei Alfonsino; Melluso Marco; Petronelli Cosimo; Ragone Francesco; Rapetta Giuliana; Repele Daniela; Riva Ferruccio; Starace Antonio; Trombatore Elisabetta.

I lavori congressuali hanno definito gli indirizzi che l’Associazione dovrà seguire nel prossimo quadriennio. Nel dettaglio, sono state approvate in tutto 16 mozioni, votate con un’ampia maggioranza dei Delegati al Congresso e proposte dalle seguenti Commissioni:

  • Statuto
  • Marketing, Sviluppo associativo e Decentramento
  • Educazione finanziaria
  • Evoluzione della professione, Estero e Tutele
  • Formazione e Università

Statuto
Tra le novità più rilevanti di modifica dello Statuto c’è quella che riguarda il Consiglio Nazionale, in cui entrano anche il Coordinatore Nazionale di Anasf Giovani e, se nominato (con elezione del Consiglio Nazionale e su proposta del Presidente dell'associazione), il Presidente onorario dell'associazione. L’incarico di quest’ultimo cessa con la decadenza del Consiglio Nazionale e può essere rinnovato una sola volta. Può essere proposto Presidente onorario il socio Anasf in possesso dei seguenti requisiti:

  1. che sia stato Presidente di Anasf;

  2. che sia iscritto all'albo nella sezione dei consulenti abilitati all'offerta fuori sede;

  3. che sia riconosciuto come persona di alta professionalità, moralità, decoro ed esperienza nel settore della consulenza finanziaria.

Spetta al presidente del Consiglio Nazionale partecipare alle sedute del Comitato Esecutivo senza diritto di voto.
Spetta inoltre al Consiglio Nazionale promuovere la costituzione di società, associazioni, enti, fondazioni ed ogni altra forma di aggregazione con autonoma capacità organizzativa, che possano essere ritenuti utili al perseguimento degli scopi associativi previsti dallo Statuto.

Per rispondere alle esigenze derivanti dalla recente crisi sanitaria è stato esplicitato che, per motivi di urgenza, indifferibilità e nei casi derivanti da forza maggiore o di oggettiva difficoltà organizzativa, il Consiglio Nazionale e il Comitato Esecutivo potranno riunirsi e/o deliberare in forma telematica. Le cariche di Presidente, Vice Presidente vicario e Vice Presidente possono essere ricoperte da un associato per non più di due mandati ciascuna, anche non consecutivi.

La Commissione Statuto invita il prossimo CN e CE a definire rapidamente un percorso operativo in grado di implementare il rapporto fra organi centrali e territoriali attraverso l'attivazione ed il coinvolgimento della Commissione consiliare Consulta nella fase di formazione delle scelte strategiche dell'Associazione.

Nell’ambito delle diverse sensibilità emerse dai lavori della Commissione Statuto particolare attenzione viene chiesta alla costituzione di gruppi di lavoro o Commissioni o ogni altra forma di aggregazione, anche agevolata dalle nuove forme di comunicazione digitale, che coinvolga il più ampio numero di Associati nella elaborazione di nuove proposte regolamentari che tengano anche conto del costruttivo confronto avvenuto in sede congressuale.

Marketing, Sviluppo associativo e Decentramento

  • all'interno dell'Area Marketing si propone di costituire un team (communication lab) dedicato al tema della comunicazione istituzionale che lavorerà in sinergia con l'Ufficio Comunicazione di Sede;

  • è prevista la predisposizione di un piano di sviluppo e riorganizzazione territoriale che assegni ai Comitati Territoriali un maggior profilo di autonomia finanziaria e gestionale, di condivisione delle tematiche nazionali, di sviluppo dei soci sul territorio tramite nuovi modelli organizzativi di rete;

  • l’Associazione si impegna ad aggiornare la Carta dei Diritti del Risparmiatore, mantenendo le caratteristiche originarie, in considerazione delle novità in ambito digitale e delle nuove tecnologie.

Commissione Educazione finanziaria

  • si propone l’istituzione della Commissione consiliare Consulta per l’Educazione Finanziaria, formata dai Responsabili Territoriali del progetto edufin e presieduta in modo permanente dal Responsabile dell’Area Educazione Finanziaria del CE;

  • si chiede al CN di istituire sul territorio il ruolo di Responsabile per l’Educazione Finanziaria, ampliando i presidi della precedente figura del responsabile di economic@mente;

  • il progetto economic@mente sarà ulteriormente rafforzato, come anche le iniziative rivolte ai cittadini;

  • si propone di sviluppare un nuovo progetto denominato Economic@scuola che coinvolgerà la scuola primaria e secondaria di primo grado, attraverso iniziative di cultura finanziaria di base che portino al coinvolgimento delle famiglie, ampliandone le conoscenze. 

Commissione Evoluzione della professione, Estero e Tutele

  • si propone di giungere ad una diversa definizione della professione, a partire dalla sua descrizione nell’art. 31 del TUF, per arrivare ad una separazione e riclassificazione tra soggetti esercenti attività professionale con Partita IVA e dipendenti;

  • si invitano il Consiglio Nazionale e il Comitato Esecutivo a sviluppare tutte le forme organizzative possibili per il miglior svolgimento della professione;

  • si creeranno iniziative specifiche per la valorizzazione delle donne nella professione e dei consulenti finanziari che escono dalla professione attiva, come anche progetti specifici a favore del ricambio generazionale nella professione;

  • si lavorerà per l’adeguamento giuridico/contrattuale della professione e per la tutela della professione in ambito fiscale;

  • si rafforzerà la presenza e la rappresentatività dell’Associazione a livello europeo e si potenzierà l’ufficio studi;

Formazione e Università

  • per quanto attiene ai seminari si favorirà il riconoscimento da parte di tutti gli intermediari della validità degli eventi Anasf ai fini dei percorsi formativi obbligatori;

  • per favorire il ricambio generazionale ed il rapporto con le università, tra gli obiettivi dell’Associazione ci sarà quello di istituire ed incentivare corsi e percorsi universitari di differenti livelli per giovani e professionisti;

  • in occasione dei career day si evidenzierà il valore e la rilevanza sociale del Consulente Finanziario.

“Ringrazio tutti i colleghi per la fiducia accordata. Ricevo il testimone da Maurizio Bufi, a cui voglio esprimere la mia stima per i suoi 9 anni alla guida dell’Associazione. Nuove sfide ora ci attendono, come categoria professionale e come associazione rappresentativa. Valorizzeremo il nostro ruolo di consulenti finanziari capaci di rimanere sempre a fianco dei risparmiatori, come abbiamo dimostrato ancora una volta durante i mesi di lockdown, e di associazione autorevole. Da parte mia ci sarà il massimo impegno”, ha commentato il nuovo presidente Anasf Luigi Conte.

Parole di soddisfazione anche dal presidente del Congresso, Francesco Priore: “Le Commissioni di Studio rappresentano un momento di grande confronto e anche questa volta i Delegati hanno dato prova di grande senso di responsabilità nel definire le linee guida Anasf per i prossimi quattro anni. Crescere deve rimanere uno dei più importanti obiettivi e in tale contesto i colleghi longevi rappresentano il patrimonio della nostra professione, i giovani il potenziale. A tutti loro e al nuovo Presidente auguro buon lavoro”.

“La squadra Anasf di sede è coesa e pronta ad affrontare i nuovi compiti che il Congresso ha indicato. Ai nuovi consiglieri nazionali esprimo il mio benvenuto, ai veterani la conferma della nostra piena collaborazione. Al nuovo Presidente auguro buon lavoro”, ha infine dichiarato il direttore generale Germana Martano.

Professionisti
Società

Notizie correlate