Nuovo fondo Global Convertible per BNY Mellon IM


BNY Mellon Investment Management lancia in Italia un prodotto su obbligazioni convertibili gestito dalla casa di gestione appartenente al Gruppo Insight Investment, specializzata in strategie di gestione del rischio, reddito fisso attivo, multi-asset e absolute return.

Il BNY Mellon Absolute Return Global Convertible Fund è parte della SICAV irlandese della società e punta a generare rendimenti attraenti ponderati per il rischio focalizzandosi su anomalie nelle valutazioni finanziarie, attraverso investimenti in un portafoglio di convertible bond associati a coperture azionarie dinamiche. "La selezione dei titoli è guidata dalla combinazione di un approccio tematico top-down, che risponde ai cicli globali macroeconomici e ai cambiamenti strutturali, associato a un’analisi dettagliata bottom-up dei settori e delle singole aziende", si legge nella nota della società emessa in occasione del lancio.

Il fondo è co-gestito da Frank Campana e James Doolin, entrambi senior portfolio manager di Insight. “Siamo lieti di offrire agli investitori un fondo UCITS che rappresenta potenzialmente un modo diverso per generare rendimenti positivi con volatilità contenuta e bassa correlazione alle principali classi di attivi", commenta Stefania Paolo, country head per l’Italia di BNY Mellon Investment Management. "Frank Campana e James Doolin vantano un’esperienza significativa nella gestione di asset con questo tipo di approccio e un track record considerevole di oltre vent’anni”, completa.

Il nostro approccio", afferma Campana, "mira a capitalizzare le inefficienze dei prezzi". "Queste sono determinate dai fattori che determinano la volatilità dei convertible bond, oltre che dalla loro sensibilità ai movimenti delle azioni. Il nostro obiettivo è isolare tali inefficienze attraverso un portafoglio globale, ben diversificato, di posizioni al rialzo su titoli convertibili, associate a coperture dinamiche con le azioni sottostanti”, prosegue.

Il mercato dei convertible bond si è evoluto in misura significativa nel corso dell’ultimo decennio, con un’offerta stabile e una base di investitori sempre più diversificata. Questo, associato alla potenziale volatilità di mercato determinata dallo stadio attuale del ciclo economico e del credito, può offrire un ricco set di opportunità all’approccio del fondo”, aggiunge infine Doolin.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente