Tags: Nomine |

Nuovo amministratore delegato in Compagnie Monégasque de Banque


Francesco Grosoli sarà il nuovo amministratore delegato di Compagnie Monégasque de Banque a partire dal 15 maggio.

Grosoli, 52 anni, è di nazionalità italiana con una consolidata esperienza internazionale nel private banking in primari istituti come Barclays, HSBC e BSI. Grosoli conosce bene la piazza monegasca dove risiede dal 1975 e dove ha ricoperto ruoli di rilievo tra cui la carica di head of Private Banking di HSBC fino al 2007. In Barclays ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità, da ultimo la carica di CEO di Barclays Private Bank EMEA e Monaco.

A  Grosoli viene affidato il compito di favorire una crescita significativa di CMB, valorizzando le sinergie con le piattaforme di CIB e AM di Mediobanca, nel contesto della crescente importanza che le attività di Wealth Management hanno assunto all’interno del Gruppo. Il Consiglio di amministrazione inoltre ringrazia per il suo operato Werner Peyer, amministratore delegato dal 2010, che rimarrà in CMB in qualità di Vice Presidente non esecutivo.

“Sono veramente onorato di prendere le redini di Compagnie Monégasque de Banque, istituto di riferimento con una lunga tradizione e affermata presenza nel Principato di Monaco. E’ per me un vero privilegio entrare a far parte di Mediobanca e poter cosi mettere a disposizione del Gruppo la mia esperienza trentennale nel settore del private banking. Collaborare con un Gruppo radicato nel mio paese d’origine dopo aver lavorato per tanti anni in organizzazioni internazionali è per me un’autentica realizzazione. Non vedo l’ora di contribuire alla stesura di un nuovo importante capitolo di crescita per CMB quale player bancario di riferimento nel Principato sviluppando servizi bancari per clienti privati e imprenditori monegaschi, residenti e internazionali”, spiega Francesco Grosoli.

Alberto Nagel, CEO di Mediobanca, commenta: “Sono felice di dare il benvenuto a Francesco Grosoli. La sua esperienza, maturata ai vertici di primarie istituzioni finanziarie, e la sua profonda conoscenza dei mercati internazionali e della piazza monegasca, saranno un fattore di crescita per CMB e una risorsa preziosa per tutti i nostri clienti. La solidità patrimoniale del Gruppo Mediobanca, la piattaforma di Alternative Asset Management che stiamo sviluppando con successo a livello Europeo e i servizi di Corporate & Investment Banking che da sempre sono il core business di Mediobanca, sono sicuro consentiranno a CMB di rendere ancora più distintiva la sua offerta di servizi di private banking di fascia alta”.

Professionisti
Società

Notizie correlate