Nordea 1 Flexible Fixed Income Fund: fonti alternative di rendimento difensivo


Nordea 1 Flexible Fixed Income Fund vuole essere una soluzione molto competitiva in un contesto complesso per i fondi obbligazionari, compresi quelli globali. Gli investitori con una strategia prudente ora devono affrontare la grande sfida posta da un contesto a tassi ridotti e la risposta di Nordea AM è un'esposizione dinamica al credito e la gestione della duration.

“Molti prodotti obbligazionari gestiscono attivamente duration ed esposizione al credito, ma spesso i portafogli vengono riorganizzati in base a una view top-down in cui cerchiamo di anticipare e interpretare i movimenti delle Banche centrali o i dati macroeconomici", spiega Karsten Bierre, gestore del fondo.

Questo fondo, che ha ottenuto il Marchio FundsPeople 2020 con il rating Blockbuster, basa la propria strategia su indicatori interni di valutazione e diversificazione, alla base della filosofia di bilanciamento del rischio del team Multi-Asset di Nordea AM; "in questo modo generiamo rendimenti più robusti nel tempo".

Il processo di investimento si basa sul controllo del rischio in ogni momento piuttosto che sul conseguimento del massimo rendimento possibile. "Questo ci permette di creare un portafoglio pensato per affrontare un contesto in continua evoluzione nel segmento obbligazionario, con l'obiettivo di soddisfare l’esigenza di una asset allocation attiva all'interno del segmento obbligazionario globale e di una robusta diversificazione attraverso l'uso di principi di bilanciamento del rischio”, affermano da Nordea AM.

Secondo la società, la gestione attiva del rischio e una reale diversificazione sono fondamentali per proteggere i portafogli dalle correzioni senza sacrificare i rendimenti attesi. E questo è un vantaggio competitivo per il team: la ricerca di fonti alternative di rendimento difensivo, una proposta di valore bilanciata a lungo termine che permette una maggiore resistenza del portafoglio durante le fasi ribassiste e di avere un approccio di investimento flessibile e senza restrizioni.

Aggiornamento del portafoglio

Grazie a questa filosofia basata sul bilanciamento del rischio, il portafoglio è costruito in maniera indipendente dal ciclo economico. Pertanto, il management team non adotta una view top-down. A breve termine tuttavia il fondo ha un posizionamento negativo sulla duration (cioè assume una posizione corta) poiché i rendimenti sono sempre ridotti e l'inflazione e il momentum della crescita guadagnano slancio, mettendo a rischio le posizioni con duration lunga. Il fondo ha una posizione neutrale sul credito, in quanto gli spread si sono ulteriormente ridotti grazie alle politiche di sostegno delle Banche centrali, mentre il tasso di insolvenza previsto resta elevato.

Negli ultimi mesi il portafoglio è stato interessato da alcune modifiche. Sul fronte creditizio, il portafoglio è entrato nella fase di crisi con una maggiore esposizione al debito pubblico dei Mercati emergenti, in quanto gli spread erano superiori a quelli dei titoli corporate investment grade e high yield. Tuttavia nel momento in cui gli spread del debito emergente hanno registrato un andamento migliore a fronte delle vendite massicce subite da detti titoli corporate, l’esposizione del portafoglio al segmento emergente è stata ruotata tutta verso i titoli corporate, i cui spread avevano raggiunto livelli che non si toccavano dal 2008. 

Il management team cita anche alcuni rischi latenti sul mercato. Il principale, ormai una costante degli ultimi anni, è rappresentato da un contesto caratterizzato da bassi tassi di interesse. Nordea AM segnala che una chiara minaccia alla costruzione di un portafoglio bilanciato è costituita dalla duration, un buffer di rischio tradizionale che non è più in grado di svolgere il suo compito. Pertanto, nel corso degli anni, sono stati sviluppati numerosi nuovi strumenti in grado di generare rendimento per compensare la minore performance e protezione che in passato erano offerte dalla duration. 

Ad esempio, si è fatto ricorso alle valute difensive come fattore di protezione per gli scenari di stress. Durante l’ultima crisi, un posizionamento lungo sullo yen giapponese rispetto al dollaro australiano ha dato ottimi risultati secondo la società di gestione, migliori persino di quelli ottenuti con la duration sulle obbligazioni tedesche o statunitensi. 

Per Nordea AM il più grande successo della gestione del 2020 è stato quello di essere riusciti a limitare le perdite durante la fase di nervosismo del mercato provocata dal Covid-19. Il fondo ha limitato le perdite e all'inizio di giugno aveva già recuperato completamente quanto perso nella correzione di febbraio e marzo. Un risultato che è stato reso possibile dalla protezione garantita dalle valute difensive e dal successo del posizionamento tattico prima, durante e dopo la correzione. Sul fronte negativo, è stato invece sottovalutato il potenziale di rendimento inferiore delle obbligazioni, soprattutto al di fuori dell'Europa. 

Notizie correlate