Misurare l’impatto degli investimenti sostenibili


Contributo a cura di Mike Appleby, investment manager, Liontrust Sustainable Investment team, Liontrust. Contenuto sponsorizzato.

Gli investimenti sostenibili sono un vero mainstream e rappresentano ormai la nuova normalità, che il Covid-19 ha ampiamente anticipato. Quando la pandemia finirà, probabilmente verranno favorite tutte quelle imprese che contribuiscono al passaggio verso un mondo più pulito, più sano e più sicuro. Con il venire alla ribalta di tali investimenti, arriva anche la necessità di un maggiore controllo, inoltre gli investitori sono giustamente desiderosi di conoscere con precisione l'impatto non finanziario di questi.

Non è più sufficiente un semplice commento ad hoc in base al ritorno dell'investimento e i clienti vogliono vedere rispettati gli obiettivi di decarbonizzazione, i risultati sanitari e la diversità di genere. Accanto alla domanda "quanto ha reso il mio investimento?" ci sarà anche la domanda: "che impatto hanno avuto questi investimenti sulle persone e sul pianeta? I gestori dei fondi devono rispondere a entrambe le domande e quindi continuiamo a lavorare su modi migliori per misurare e comunicare gli impatti ambientali e sociali degli investimenti. Questo è ancora più vitale contro una crescente ondata di greenwashing, in cui gli asset manager dicono di integrare i principi ESG, ma in realtà questi hanno un peso marginale nelle loro strategie.

Questa performance extra-finanziaria è diventata sempre più importante in quanto le persone vogliono capire il contributo che il loro denaro apporta ad un'economia più sostenibile, ma misurare l’impatto può essere impegnativo in quanto non esiste un quadro standard. In ultima analisi, tuttavia, la terminologia utilizzata non è così importante; chiamatela "impatto" o no, visto che continua a svilupparsi. Ciò che importa è come i gestori patrimoniali lo comunicano e come guidano il loro processo di investimento.

Negli ultimi mesi abbiamo valutato una serie di quadri di riferimento per la comunicazione dell'impatto degli investimenti nei nostri fondi Sustainable Future (SF). Sebbene siano emerse molte iniziative, la nostra conclusione è stata che nessuno dei framework che abbiamo provato è stato davvero utile. Sono stati sicuramente un buon punto di partenza, ma sono ancora uno strumento troppo limitante: cioè mancano ancora tutte le sfumature necessarie per mappare intere industrie in base agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite. Ad esempio non sono in grado di cogliere le discrepanze tra le aziende all'interno di uno stesso settore. È proprio questa divergenza che ci aiuta a trovare quelle imprese in linea con i nostri temi. Ciò si sta muovendo rapidamente, abbiamo visto infatti buoni progressi con alcune metodologie (come Impact Cubed), in grado di mostrare l'aspetto multidimensionale dei temi e degli impatti.

Nel frattempo, i nostri fondi continuano a contribuire allo sviluppo sostenibile e vogliamo quantificarlo e comunicarlo ai nostri clienti. Crediamo che il modo migliore per mostrare tale impatto sia il seguente e abbiamo iniziato ad evidenziarli in tutta la nostra gamma:

- Articolare chiaramente come i portafogli sono stati investiti sia dal punto di vista dei mega trend, quali migliore efficienza delle risorse (più pulito), migliore sanità (più sano) e maggiore sicurezza e resilienza (più sicuro), sia nell’ottica dei nostri 20 temi all’interno di questi.

- Mostrare come questi temi contribuiscono agli SDG delle Nazioni Unite a livello di indicatori di performance specifici. Gli SDG sono un insieme di obiettivi riconosciuti a livello internazionale, a cui mirare entro il 2030, che aiuteranno il mondo a svilupparsi in modo più sostenibile. Hanno catturato l'interesse di molti investitori progressisti, perché trattasi di una maniera più completa di pensare e comunicare sugli investimenti sostenibili. Ognuno dei nostri temi è limitato a un solo SDG, anche se in realtà, vi sono sovrapposizioni e la maggior parte delle aziende è esposta a più di uno.

- Fare engagement con le società in cui si investe permette di misurare gli impatti primari dei loro prodotti o servizi che l'azienda fornisce, così come il modo in cui questa gestisce i principali impatti delle sue operazioni. L'impegno può riguardare sia questioni specifiche dell'azienda, che aree sociali più ampie, come la diversità di genere, il trattamento del personale e la gestione delle catene di fornitura globali. Vale anche la pena riconoscere che, pur volendo una maggiore comunicazione degli impatti positivi, non si possono ignorare anche quelli negativi e continuiamo a incoraggiare le imprese a gestire le loro operazioni e strategie per ridurre tali esternalità negative.

- Analisi indipendenti di come i fondi Sustainable Future performano rispetto ai loro benchmark in termini di emissioni di carbonio, l’ammontare investito in società che forniscono soluzioni all’emergenza climatica e l’esposizione ai combustibili fossili (che è pari a zero). Ciò è in linea con il nostro impegno di lungo periodo che manteniamo dal 2012.

Siamo andati oltre la nostra revisione annuale e abbiamo iniziato a comunicare un maggior numero di dati relativi alla sostenibilità per ogni fondo, che comprendono tutto quanto sopra indicato. La misurazione dell'impatto è un'area impegnativa e in evoluzione, ma qualsiasi asset manager che cerchi di promuovere le proprie credenziali di sostenibilità deve impegnarsi a sviluppare un quadro di riferimento adeguato. In questo modo, saranno in grado di soddisfare meglio la crescente domanda da parte dei clienti di quantificare l'impatto che i loro investimenti hanno sul mondo reale.

Professionisti
Società

Notizie correlate