Mediobanca Private Banking amplia l'offerta dedicata al private equity


Una nuova soluzione dedicata al mondo del Private Equity amplia l'offerta di Mediobanca Private Banking. La gamma di investimenti illiquidi dedicati alla clientela private include ora il Mediobanca Private Markets Fund III, terza edizione del programma di investimento nato dalla collaborazione con Russell Investments.

Dopo gli oltre 250 milioni di dollari statunitensi raccolti con i primi due fondi, la nuova strategia, che sarà in collocamento fino al 30 settembre, si sviluppa su tre comparti principali: mercato secondario, strategie distressed e opportunità in settori industriali con dislocations.

"Nell’attuale contesto caratterizzato da incertezza e stress di liquidità, il portafoglio sarà costruito in modo da sfruttare le opportunità presenti sul mercato che si creeranno in particolare nei fondi di vintage in maggior sofferenza. Al contempo verrà mantenuto un elevato livello di diversificazione in termini di asset class, settore e geografie con un focus sui mercati più efficienti come il Nord America e l’Europa e in maniera più selettiva l’Asia", si legge nel comunicato che accompaga il lancio. 

L'interesse per il private equity nell'attuale contesto

E contestualemte Angelo Viganò, head of Mediobanca Private Banking ha dichiarato: “Nel mercato americano, oggi il più maturo nei Private Markets, circa il 20% dei portafogli è destinato a investimenti diretti in aziende o fondi di Private Equity – dichiara . Questo comparto potrà avere anche in Italia ampi margini di crescita: la crisi economica e finanziaria indotta dal Covid-19 ha infatti ulteriormente evidenziato le potenzialità dei capitali privati a supporto dell’economia reale. La storia ci dice che gli investimenti fatti nei periodi di recessioni hanno potenzialmente rendimenti superiori agli anni precedenti. Questo è il miglior momento degli ultimi dieci anni per investire in Private Markets, lo dimostrano anche da diversi studi accademici e report, come quello pubblicato il 25 maggio da Bain&Company dal titolo “The impact of Covid-19 on Private Equity”. 

"A causa della pandemia di Covid-19 il mondo sta affrontando un periodo senza precedenti per volatilità, incertezza e stress di liquidità - commenta Theo Delia-Russell, deputy head di Mediobanca Private Banking e Head of Products&Services. Molte opportunità derivano proprio da questa crisi di liquidità e di cash flows. Mediobanca Private Markets Fund III si pone quindi l’obiettivo di creare interessanti opportunità di investimento sfruttando la dislocazione del mercato per costruire un’esposizione anti-ciclica, attraverso un rapido impiego del capitale e acquisendo asset a forte sconto. Aggiunge Delia-Russell: “Il modo migliore di accedere ai Private Markets è quello di distribuire l‘investimento per annate, o per vintages, come si è soliti dire in gergo tecnico. Ogni periodo presenta opportunità, caratteristiche peculiari e apre nuove opportunità su strategie che maturano poi negli anni successivi. Mediobanca Private Banking è fra le prime in Italia ad offrire a investitori istituzionali e privati l’accesso a un intero programma di Private Markets, valorizzando ulteriormente questa asset class. In questo senso il nuovo Fondo rappresenta per alcuni investitori il completamento del programma, per altri l’inizio di una nuova opportunità”.

Prosegue collaborazione con Russell Investments

Anche per questa terza edizione di Mediobanca Private Markets Fund il gestore del fondo è Russell Investments, che continuerà a mettere a disposizione della clientela private di Mediobanca le proprie capacità e le relazioni esclusive con alcuni dei fondi più prestigiosi a livello globale, altrimenti inaccessibili.

“Il programma di investimento sui mercati privati sviluppato in questi anni con Mediobanca Private Banking si arricchisce ulteriormente con una tempestiva strategia disegnata per cogliere le nuove opportunità createsi a causa del Covid-19 - osserva Luca Gianelle, managing director Russell Investments, Italia. In contesti come quello attuale tipicamente si assiste ad un aumento della già ampia dispersione dei risultati tra i diversi gestori che investono nei mercati privati, per cui è ancora quanto mai opportuno costruire un portafoglio efficiente e ben diversificato tra fondi che meglio possano interpretare il ciclo corrente degli investimenti. Attraverso questo programma Russell Investments mette a disposizione dei clienti di Mediobanca Private Banking la lunga esperienza maturata con i clienti istituzionali di tutto il mondo per costruire una soluzione ottimale di accesso ai mercati privati.”

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 4 Siguiente