MaRS, la nuova piattaforma di fund selection targata Allianz GI


Si chiama ‘MaRS’ (Manager Research and Selection) ed è il nuovo strumento di selezione fondi lanciato da Allianz GI per consentire e facilitare la collaborazione tra i suoi analisti basati a Francoforte, Parigi e Monaco. Circa 20 professionisti suddivisi in tre team e due dipartimenti diversi sono attivamente coinvolti nella selezione dei fondi: uno è dedicato alle attività di consulenza mentre gli altri due si occupano di Multi Management.

“Non abbiamo cambiato la nostra struttura organizzativa”, sottolinea subito a Funds People Manuela Thies, head of Retail Multi Management della società. “In passato, ciascuno dei nostri team dedicati all’analisi dei fondi aveva il proprio database proprietario, il che rendeva la collaborazione difficile e dispendiosa in termini di tempo. Con questa nuova piattaforma condivisa, trarremo vantaggio da una migliore qualità dei dati, un linguaggio comune e una valutazione standardizzata della ricerca su gestori e fondi”, aggiunge Thies. Lo scopo principale di MaRS è l'uso efficiente delle risorse di ricerca per una copertura più ampia e profonda nelle strategie tradizionali e alternative.

Il funzionamento

I database precedenti erano stati sviluppati in maniera indipendente negli ultimi due decenni sulla base delle competenze ed esperienze di ogni team nella fund research. Funzionando attraverso diverse configurazioni tecniche non sono stati in grado di ‘comunicare’ tra loro. “Oggi, MaRS copre l'intera catena di valore, dalla due diligence nella fund selection all’acquisto di fondi, costruzione e monitoraggio del portafoglio, attraverso l'implementazione di nuove interfacce diverse per funzioni interne e fonti esterne”, spiega l’head of Retail Multi Management di Allianz GI.

Questo ‘sportello unico’ è la base per archiviare informazioni, renderle accessibili a tutti i soggetti coinvolti nella selezione di fondi target e consente di gestire e monitorare in modo efficiente i portafogli multi gestione multi-asset. In altre parole, unisce tutte le caratteristiche positive dei precedenti database in un unico strumento, arricchito con moderne caratteristiche tecniche che non erano disponibili in precedenza.

La sezione di fund analysis comprende, ad esempio, l'elaborazione di Request for Proposal (RfP), la valutazione qualitativa, come un rating interno, e un'analisi SWOT. Una funzione di chatter ci consente di condividere facilmente tutta la documentazione, le valutazioni, gli aggiornamenti e i commenti tra i nostri analisti. Considerando le strategie di investimento interne ed esterne per i nostri portafogli multi-asset e le nostre attività di consulenza, i RfP possono essere caricati su MaRS automaticamente dai fornitori interni ed esterni.

Flessibilità per adattarsi

“Pensate a un meccanico di oggi e a uno del passato: il suo compito è sempre quello di riparare auto, ma quelle di oggi hanno caratteristiche e complessità completamente differenti rispetto alle automobili di 15-20 anni fa. Pertanto, gli strumenti da utilizzare e le competenze richieste a un meccanico di oggi sono altre, tra cui saper effettuare una diagnosi a computer e, in generale, possedere una competenza digitale. Ebbene, questo è molto simile al lavoro di un fund selector”, spiega Thies. “Abbiamo ancora bisogno di una profonda comprensione dei mercati e di capacità analitiche; tuttavia, i prodotti sono diventati più complessi e diversificati e richiedono nuove prospettive nella loro valutazione. È richiesta una flessibilità molto elevata per adattarsi ad ambienti in continua evoluzione. Questo è possibile nella nostra nuova infrastruttura”, aggiunge l’esperta.

Un esempio è l'analisi ESG/SRI perfettamente integrata nel nostro processo, mediante l’aggiunta di quesiti ESG che vengono poi valutati con il rating qualitativo interno di sostenibilità di Allianz GI. “Avere di fronte  un universo di investimento da analizzare fatto di oltre 30.000 fondi è un lavoro molto impegnativo. Si fornisce alpha ai clienti solo quando le risorse di ricerca sono sufficienti e allocate in modo efficiente. MaRS è il nostro strumento per semplificare i nostri sforzi di ricerca e ci consente di stare al passo con la concorrenza”, conclude.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente