Maione (Investec AM): “Abbiamo portato sul mercato italiano le nostre migliori expertise"


Negli ultimi due anni, Investec AM ha rafforzato la propria presenza in Italia acquisendo un ruolo più rilevante nell’industria del risparmio gestito del Belpaese. A partire dalla seconda metà del 2016, è iniziato un nuovo corso per l’asset manager sudafricano, con masse in gestione che sono quadruplicate nell’ultimo anno e mezzo, passando da circa 250 mln di dollari a giugno 2016 a circa 1 mld di dollari a fine 2017. “La parte preponderante delle masse a livello globale riguardano il segmento fund buyer e istituzionale, anche se stiamo arrivando ad una situazione di equilibrio tra la parte advisory, che comprende il segmento retail e, appunto, i fund buyer, e quella istituzionale pura. Il nostro business è storicamente votato all’esclusiva gestione attiva, possiamo definirci come una via di mezzo tra un gestore specializzato e uno generalista, in quanto riusciamo comunque a coprire tutte le principali asset class”, afferma Gianluca Maione, country head Italia della società.

Maione osserva come nel 2017 i prodotti maggiormente apprezzati sul mercato italiano siano stati l’azionario Europa, il global multi-asset income, l’emerging market corporate debt e i governativi emerging market local currency. “Lato fund buyer, abbiamo osservato un forte interesse per queste asset class. Abbiamo portato sul mercato italiano le nostre expertise sull’azionario Europa, azionario internazionale, gestioni multi-asset e debito emergente”. Nel 2017, l’equity europeo ha avuto un ruolo determinante nella crescita della società in termini di masse, sia in Italia (con circa il 70% della raccolta) sia a livello globale. Sempre in ambito equity, lo scorso anno, Investec è stata premiata anche dall’atteggiamento prudente adottato dal Global Franchise, che gestisce l’asset class con approccio anticiclico e difensivo.

Un’altra capability di rilievo riguarda i fondi multi-asset: tra questi, uno dei prodotti di punta è l’Investec Global Multi-Asset Income, che per il secondo anno consecutivo si è aggiudicato il rating Consistente Funds People. “Stiamo puntando molto su questo prodotto, soprattutto lato distribuzione, per le sue caratteristiche prettamente difensive e come alternativa all’obbligazionario tradizionale”. Il comparto ha un target di rendimento del 4-6% ma il principale obiettivo è la preservazione del capitale. Infatti, sottolinea Maione, la correzione sui mercati azionari di febbraio è stata un ottimo banco di prova per il portafoglio, che si caratterizza per un drawdown nettamente inferiore rispetto alla media del mercato dei flessibili (circa la metà).

Lato fixed income, la società offre un’ampia gamma di prodotti che investono sul debito emergente, in local e hard currency, blended, total return, corporate e emerging market multi-asset. “La nostra forte connotazione sudafricana ci permette di avere un’eccellenza sull’obbligazionario emergente. “A seconda del tipo di strategia che andiamo a selezionare, cerchiamo di far leva sulle potenzialità delle valute locali oppure, in asset class come il corporate emergente, che è quasi totalmente emesso in dollari, ci focalizziamo sull’asset allocation a livello geografico, con particolare focus sulla gestione del rischio di credito e dello spread”. Tra i fondi obbligazionari, l’Investec Emerging Markets Local Currency Total Return Debt si è aggiudicato il rating Consistente Funds People 2018

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente