Tags: Nuovi prodotti |

M&G lancia un fondo ESG che investe in obbligazioni societarie dei Paesi emergenti


Il M&G (Lux) Emerging Markets Corporate ESG Bond Fund sarà gestito da Charles de Quinsonas con il supporto di Claudia Calich, responsabile Emerging Market Debt, e potrà contare sulle forti competenze di M&G sul debito dei paesi emergenti e sul credito, oltre che sulla ricerca in ambito ESG fornita da provider esterni.

La strategia di investimento adotta un approccio attivo ad alta convinzione basato sull'analisi approfondita dei titoli obbligazionari corporate e sulla valutazione dei rischi associati ai paesi dei rispettivi emittenti. Il fondo ambisce a generare una combinazione di reddito e crescita del capitale per ottenere un rendimento superiore a quello del mercato obbligazionario corporate dei mercati emergenti globali, su qualsiasi periodo di tre anni. L'indice JPM CEMBI Broad Diversified rappresenta un punto di riferimento rispetto al quale la performance del Fondo potrebbe essere misurata.

L'universo delle obbligazioni corporate dei mercati emergenti è ampio e ben diversificato, sia in termini di paesi che di settori, garantento accesso a una vasta gamma di opportunità di investimento e offrendo al contempo le caratteristiche di un'asset class di tipo fixed income con un flusso reddituale interessante. Il Fondo è investito per almeno l'80% in titoli di debito emessi da società dei paesi emergenti, incluse quelle a controllo o a partecipazione statale. I titoli inseriti in portafoglio saranno in prevalenza denominati in USD, ma il Fondo offrirà classi di azioni con copertura del rischio valutario per gli investitori che desiderano usufruire di questa opzione.

I fattori ESG vengono valutati nell'ambito dell'analisi creditizia degli emittenti e costituiscono un ulteriore filtro ai fini delle politiche di esclusione del Fondo. Il processo di investimento impiega anche uno screening positivo; la strategia tipicamente privilegerà gli emittenti con credenziali ESG più forti se le valutazioni delle obbligazioni saranno analoghe a quelle di un emittente con un profilo ESG più basso. Per individuare i titoli che soddisfino i criteri ESG del Fondo, i potenziali investimenti saranno sottoposti a una selezione in tre fasi.

  • La prima fase esclude dall'universo di investimento le aziende che violano i principi del Global Compact delle Nazioni Unite
  • La seconda selezione esclude le società che generano ricavi da settori specifici quali il tabacco, l’alcool, l’intrattenimento per adulti, il gioco d’azzardo, il carbone termico, l’energia nucleare, la difesa e le armi.
  • Infine, la combinazione di analisi interna e ricerca ESG fornita da provider esterniconsentono di verificare l'insieme delle credenziali ESG delle società e di escludere quelle meno virtuose.

"Il mercato dei titoli societari dei Paesi emergenti ha conosciuto una rapida crescita negli ultimi quindici anni, alimentata dalla forte espansione economica che ha interessato tutta la regione. Riteniamo tuttavia che esso sia tuttora un mercato poco esplorato, il che crea abbondanti opportunità per chi è in grado di selezionare attivamente il credito e disporre delle competenze necessarie per analizzare i rischi idiosincratici", afferma Charles de Quinsonas, gestore di M&G (Lux) Emerging Markets Corporate ESG Bond Fund. "Dal nostro punto di vista, lo studio dei fattori ESG è un elemento importante dell'analisi finanziaria tradizionale che permette ai clienti di investire in modo più coerente con i loro valori ambientali e sociali." 

Jim Leaviss, responsabile del team Fixed Interest, Mutual Funds, di M&G ha commentato:"Negli ultimi anni, il diffondersi di una nuova mentalità ha contribuito a un incremento costante delle opportunità di investimento responsabile e delle strategie imperniate sui criteri ESG. Questa crescita è stata particolarmente robusta nell'universo obbligazionario, anche se i titoli corporate dei paesi emergenti sono rimasti in parte esclusi dal panorama ESG. Osservando il debito emergente attraverso la lente ESG, il Fondo presenta una proposta concretamente distintiva, rivolta agli investitori che vogliono ottenere un'esposizione all'universo diversificato e sempre più vasto delle obbligazioni societarie dei paesi in via di sviluppo".

M&G ha ampliato di recente la propria gamma di soluzioni ESG per investitori obbligazionari con il lancio nel 2017 di un fondo Global High Yield ESG che fa leva sulla vasta esperienza nell'analisi del credito. 

"La nostra offerta ESG, Impact e sostenibile cresce spinta dalla domanda dei nostri clienti e trae forza dalla nostra lunga esperienza di gestori attivi e di lungo termine. Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo lanciato quattro nuove strategie ESG per rispondere alla crescente richiesta di fondi capaci di offrire ritorni significativi e consentire alla nostra clientela di allineare gli investimenti ai propri valori ambientali e sociali, conclude Andrea Orsi, country head Italy & Greece di M&G Investments.

Professionisti
Società

Notizie correlate