Tags: Fuori sede |

Letture obbligatorie per l’estate consigliate dagli asset manager II


Quando i ritmi dell’attività lavorativa e della routine di tutti i giorni si abbassano, il tempo assume ancora più valore e al riposo è sempre bene accompagnare tutte quelle attività che ci permettono un arricchimento personale. Il pensiero puro, slegato dalla risoluzione di questioni e problematiche puntuali, ha sempre bisogno di stimoli e la letteratura, che sia di ieri o di oggi, fornisce sempre spunti tra i migliori possibili. Ecco quali sono, secondo i manager del settore, i libri migliori, di tema non economico, per vivere al meglio il mese estivo per eccellenza.

VichiMarco Vichi, Le indagini del Commissario Bordelli

“Scrittore fiorentino contemporaneo, inventore delle vicende del commissario Bordelli, ambientate negli anni ’60. Sono anche io di origini fiorentine e dei romanzi di Vichi mi piacciono le atmosfere notturne rarefatte, le immagini del commissario Bordelli che si aggira per una Firenze deserta e le molte incursioni nel mondo gastronomico toscano. Consiglio i libri di Marco Vichi a chi ama i polizieschi ben costruiti, ambientati in una delle città più belle del mondo, sullo sfondo dei fatti di cronaca che hanno segnato un’epoca, quella appunto dei mei mitici anni”.

Joe Lansdale, Una Cadillac rosso fuoco

“Un thriller da leggere tutto d’un fiato, per vivere qualche ora adrenalinica in un'epoca non troppo lontana da noi, ma ancora estremamente attraente e mai passata del tutto di moda".

Clive Clussler, La Furia del Tifone 

"Tra segreti del passato e nuovi scenari geopolitici, un’introspezione romanzata del mercato dell’arte, anticamera e moneta di scambio per quel sottobosco dalle sfumature tetre che ospita attività di narcotraffico e commercio d’armi. Un intrigo internazionale che getta le sue radici in uno dei segreti più letali della seconda guerra mondiale, perfetto per le afose sere d'estate”.

Jan Caeyers, Beethoven, der einsame Revolutionär (Beethoven, il solitario rivoluzionario)

“Interessante in occasione del 250esimo compleanno di Beethoven. Un libro a tema generale, ma con risvolti di carattere economico. Dal momento che Beethoven è sempre preoccupato per la sua situazione economica, è diventato il primo "Event Manager" nella storia economica e ha presentato in modo specifico le sue opere musicali negli eventi”.

Ulrich Pfisterer, Raffaell Glaube Liebe Ruhm (Raffaello fede amore fama)

“Nel 2020 si festeggiano i 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio,uno dei più importanti artisti del Rinascimento italiano e della storia dell’arte in generale. Già i suoi contemporanei (Raffaello nasce nel 1483) lo consideravano un “dio della pittura” per la sua capacità di trattare i colori e le forme. Il libro è scritto da Ulrich Pfisterer, professore di storia dell’arte ed esperto di arte italiana. La vita dell’artista, dagli esordi alla fama, è raccontata attraverso le sue opere più famose, dalle Madonne ai ritratti, fino agli spledidi quadri realizzati nelle stanze del Vaticano”.

Alessandro D’Avenia, Ciò che inferno non è

“Storia di una estate in cui tutto è immobile ma anche in trasformazione, storia di un uomo (3P) straordinario con voce pacata e mai arresa, con un sorriso che non si spegne mai e si tramanderà di generazione in generazione”.

Michelle Obama, Becoming. La mia storia

“Mi rendo conto della sfida più grande: far coincidere chi sei con il posto da dove vieni e quello in cui vuoi andaré. Una storia di resilienza, onestà e coraggio; un viaggio dietro le quinte per scoprire l’umanità della familia”.

Paolo Cognetti, Le otto montagne

“L’amicizia, anche fra uomini molto diversi, puo’ essere possibile e creare forti vincoli  di affetto. La montagna con i suoi silenzi aiuta ad ascoltare suoni, sentire profumi, vedere paesaggi in un’esperienza unica. La montagna (come il mare) è un modo di vivere la vita. Un passo davanti all’altro, silenzio, tempo e misura”.

HarariYuval Noah Harari, 21 lezioni per il XXI secolo

“Le grandi questioni che il mondo deve fronteggiare: il cambiamento climatico, la rivoluzione tecnologica, la Guerra nucleare, spiegate e interpretate da uno dei pensatori contemporanei più lucidi”.

Slavoj Zizek, Virus

“Per chi ha il bisogno di andare oltre la lettura di cronaca e quella scientifica del Coronavirus. Un punto di osservazione diverso e lungimirante che offe interessanti spunti di ottimismo sulla futura esistenza delle persone, i rapport tra I popoli e le relazioni internazionali”.

Albert Camus, Lo straniero

“Narra la storia di Meursault, persona indifferente a tutto, anche alla morte della mamma. Senza volerlo, si trova successivamente coinvolto in un omicidio per il quale poi non mostrerà rimorso. Verrà poi processato. Tra le cose che mi hanno colpito maggiormente nel racconto è stato il fatto che, visto il carattere dell’imputato, il processo è diventato morale più che giuridico. Credo che la storia sia particolarmente attuale oggi in cui la giustizia sommaria giornalistica prende spesso il sopravvento rispetto a quella giuridica”.

Jesmyn Ward, La Linea del sangue

“Ambientato nel Mississippi, parla di una storia famigliare complessa, ma soprattutto del passaggio di due fratelli (gemelli) all’età adulta con tutte le sfide e le difficoltà che questo comporta. È una storia un po’ dura, raccontata benissimo, che mi ha colpito molto”.

Alessandro Robecchi, I cerchi nell’acqua

“Un racconto ben scritto, fluido nella lettura ed avvincente. Non vi racconto più nulla, è un giallo va letto pezzo dopo pezzo”.

GallupsMarcus Buckingham, Curt Coffman, Gallup, First Break All the Rules: What the World’s Greatest Managers Do Differently

“Quali sono le chiavi per attrarre e trattenere collaboratori di talento? Gallup racconta, sulla base di colloqui con oltre 80,000 manager, come i migliori responsabili aziendali scelgono i propri dipendenti sulla base del talento, piuttosto che per abilità o esperienza, puntando sui punti di forza unici in ogni persona piuttosto che correggere i punti deboli. Un libro spartiacque per ottenere un livello di engagement e di prestazione superiore del team contro ogni regola convenzionale”.

Patterson, Grenny , McMillan , Switzler, Crucial Conversations: Tools for talking when stakes are high

“Che cosa rende una conversazione cruciale? E soprattutto come la gestiamo? Quando abbiamo a che fare con adolescenti (o colleghi, clienti, fornitori) la posta in gioco è alta, le opinioni divergono e le emozioni sono molto forti. Ma soprattutto il risultato finale ha un impatto enorme sulla qualità della vita futura. Proprio per questo, diamo il peggio di noi stessi. Una lettura pratica non su “cosa” ma su “come” dire le cose a cui davvero diamo importanza”.

Yuval Noah Harari, 21 lezioni per il XXI secolo

“Lo trovo un libro molto attuale perché in questa era di cambiamento tecnologico, politico e sociale esprime considerazioni importanti su come le persone dovrebbero prepararsi per il futuro per esempio riconoscendo la propria ignoranza di fronte alla crescente complessità o almeno nell’imparare a distinguere la differenza tra “real and fake news”. Il libro parla di temi come immigrazione, terrorismo e disoccupazione di massa ma ci ricorda che alla fine la chiave alla prosperità e sicurezza rimane nelle nostre mani. Uno dei concetti chiave che esprime e condivido è per esempio sulla necessità di cambiare l’approccio delle scuole all’educazione dei giovani: meno information based e più critical thinking”.

Professionisti
Società