Tags: Business | Europa |

La proroga sulla Brexit tranquillizzerà i mercati? Le prime reazioni dei gestori


Tutte le riunioni tra i membri dell'Unione europea sono durate fino a notte fonda e quella di ieri non ha fatto eccezione.

I Ventisette si sono accordati con il Regno Unito per una proroga sulla Brexit fino al 31 ottobre. In linea di principio, la reazione del mercato avrebbe dovuto essere positiva considerando che questa nuova estensione significa ridurre le possibilità di una Hard Brexit, ma in realtà i mercati sono stati molto cauti. Questo potrebbe portare a pensare che stiano ancora aspettando si andrà ancora per le lunghe.

"L'Unione europea si è offerta di ritardare la Brexit fino al 31 ottobre, ma c’è ancora molta incertezza sulla questione e come ben sappiamo i mercati finanziari odiano l'incertezza", ha detto David Zahn, responsabile del reddito fisso di Franklin Templeton. L’esperto non è d'accordo nemmeno sull'idea che questa proroga possa completamente escludere una Hard Brexit, dato che deve essere approvata dal Parlamento britannico.

Senza contare che l'Unione europea si è riservata il diritto di valutare l’esito degli accordi nel mese di giugno. "Esiste la possibilità che venga richiesta un'azione più immediata nella revisione di giugno, prima che ci sia un nuovo meeting dei membri dell'UE alla fine di ottobre", dice Azad Zangana, senior economist di Schroders, ricordando che nei prossimi mesi nel Regno Unito, al di là della Brexit, rimangono ancora diverse incertezze sulla questioni economiche riguardo le politiche monetarie della Banca d'Inghilterra.

Rimangono dubbi anche sul fronte politico. Secondo WisdomTree, "la proroga concessa potrebbe aumentare il numero di oppositori tra i parlamentari euroscettici. La vera domanda è: quanto può resistere il Regno Unito sotto l'incertezza Brexit?". ING sostiene che prolungare fino al 31 ottobre la decisione, non significa che in tale data si raggiunga una soluzione. "Soprattutto se il primo ministro sarà sostituito da un leader sempre euroscettico. Sono pronto a concludere che un leader euroscettico cercherà di rinegoziare con l'UE la questione dei confini con l'Irlanda, anche se è molto improbabile che l'Europa possa cedere su questo tema. Tutto sta nel vedere a che punto ci troveremo con l’accordo nel momento in cui la May verrà sostituita".

Tuttavia, il nuovo kick off di maggio, può significare molto per i mercati, in particolare per la sterlina. "I mercati ormai si sono annoiati da questo cistante dramma e dal fatto che si continui a spostare la questione. Penso che gli investitori siano stati molto preoccupati per la probabilità di una Hard Brexit, e ora che questa probabilità sia stata dimenticata nel breve termine. I mercati vogliono respirare e concentrarsi su altro. Il fatto che il rischio di un cambio di potere e che Corbyn del Partito Laburista possa vincere le elezioni non è stato ancora scontato dai mercati finanziari. Spero che queste preoccupazioni si comincino a vedere nei prossimi giorni ", afferma Ludovic Colin, responsabile del reddito fisso di Vontobel AM.

..Stay tuned

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente