L'industria unisce le forze per un protocollo comune di monitoraggio della distribuzione globale di fondi


Il settore dei fondi ha stabilito un nuovo standard nella cooperazione globale. In un accordo guidato dal settore, i distributori, i gestori di fondi e le agenzie si sono uniti per emettere un protocollo comune per la supervisione della distribuzione.

Negli ultimi anni, le autorità di regolamentazione hanno migliorato la supervisione dei servizi di terzi, compresi i canali di distribuzione dei fondi, attraverso la governance dei prodotti MiFID II e le disposizioni relative ai mercati destinatari. Le autorità di regolamentazione nazionali hanno aumentato le loro pratiche di vigilanza attraverso recenti circolari della Banca Centrale d'Irlanda e dell'autorità di regolamentazione finanziaria lussemburghese (CSSF).

Per adempiere ai loro obblighi di vigilanza, i gestori di fondi hanno utilizzato una varietà di approcci quando hanno incorporato nuovi distributori e riesaminato le loro attività su base continuativa. Di conseguenza, i distributori hanno ricevuto molteplici, spesso contrastanti, questionari di due diligence (DDQ) e richieste di informazioni per soddisfare i requisiti normativi. Di fronte a un volume ingestibile di richieste di risposta a diverse serie di domande, i distributori hanno spesso fornito risposte standardizzate, spesso inferiori a quanto richiesto.

La soluzione: cercare un approccio equilibrato nel settore

In riconoscimento di questo problema, nel marzo 2019, ICI Global ha guidato un gruppo di lavoro per sviluppare un unico questionario di due diligence. Formato per garantire una reale partecipazione di tutti i settori del settore, il gruppo comprendeva rappresentanti di intermediari finanziari (distributori e piattaforme), molti gestori di fondi e rappresentanti dei principali organismi di negoziazione di fondi dell'Unione Europea.

Tra i partecipanti vi erano rappresentanti dei distributori, tra cui Morgan Stanley, UBS, Allfunds e Julius Baer, nonché oltre 30 gestori di fondi, e rappresentanti di vari organismi, tra cui l'European Fund and Asset Management Association (EFAMA), la Luxembourg Fund Industry Association (ALFI), l'Irish Fund Association, l'Investment Association (IA), la French Asset Management Association (AFG) e l'Associazione italiana di gestione degli investimenti (Assogestioni).

Il gruppo di lavoro ha adottato una struttura di co-presidenza per riflettere una rappresentanza equilibrata tra distributori e gestori di fondi, con Allfunds che rappresenta il lato della distribuzione e Wellington Management che rappresenta la visione dei gestori ei fondi. Dopo molte discussioni sulle varie pratiche di distribuzione, il gruppo di lavoro ha pubblicato un questionario di due diligence uniforme. Questo questionario è ora disponibile al pubblico per qualsiasi gestore o distributore di fondi e serve come standard per gli UCITS e i fondi di gestione alternativa nello realizzazione sia dell'incorporazione che del monitoraggio continuo dei canali di distribuzione.

"I distributori troveranno questo nuovo modello un prezioso strumento per risparmiare tempo. Contribuirà a semplificare il nostro lavoro con i gestori di fondi, sia quelli con cui lavoriamo sia quelli con cui abbiamo già rapporti. Mi auguro che questo questionario sia un grande successo, ampiamente adottato non solo in Europa ma anche da UCITS e FIA in tutto il mondo", afferma Marta Oñoro, Direttore Legale di Allfunds.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 Siguiente