L’attenzione per i fattori ESG non è più un optional


Contributo a cura di Marie Lassegnore, gestore di La Française AM. Contenuto sponsorizzato.

Gli obiettivi climatici che l’Europa si propone di raggiungere entro il 2030 sono ambiziosi:  la riduzione delle emissioni di gas serra di almeno il 40%, l’utilizzo di almeno il 32% di fonti rinnovabili nel consumo di energia e risparmi energetici del 32,5%. Riteniamo però che siano necessari ulteriori investimenti per ottenere i risultati desiderati. Sosteniamo che siano necessari fra i 175 e i 290 miliardi di euro all’ anno, stando alla fonte della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis, 2019. E per colmare tale gap è necessario che gli investitori finali, i produttori e i distributori di prodotti finanziari, così come i regolatori, operino in modo coordinato.

Allo stesso tempo sul fronte degli investitori è sempre più diffuso il riconoscimento che l'impatto dei fattori ESG sulla valutazione e sulle performance finanziarie delle società e sulla loro solidità creditizia sia importante. Un'azienda che investe strategicamente nel cambiamento climatico infatti contribuisce anche ad assicurarsi migliori flussi di futuri cassa, che contribuiranno a rafforzare i bilanci e quindi il rating creditizio, creando un circolo virtuoso: un'ondata di afflussi nelle società con il rating ESG più alto e di conseguenza deflussi da quelle con il rating peggiore. Tutto ciò, in definitiva, potrebbe portare a una compressione dello spread creditizio e a performance superiori per i player ESG di maggior successo. Gli investimenti responsabili stanno quindi offrendo opportunità per gli asset manager preparati a coglierle, sia dal punto di vista dell’offerta di prodotti , sia di una migliore valutazione del rischio di sostenibilità. 

La Française da molti anni attenta alle tematiche ESG, ha quindi creato soluzioni per gli investitori desiderosi di partecipare allo sforzo collettivo per limitare l'aumento del riscaldamento globale. La Française Carbon Impact 2026, per esempio si basa su due delle storiche competenze core del gruppo: la gestione di fondi a scadenza e gli investimenti sostenibili. Il fondo obbligazionario high yield a scadenza con una strategia low carbon è ancora più rilevante nel contesto attuale, dato l'impatto eccezionale della pandemia sulle aziende. In questo contesto è logico che credenziali ESG migliori possano fare la differenza, contribuendo a un turnover dei dipendenti meno frequente, una migliore efficienza nell’utilizzo delle risorse, un costo del capitale ridotto e un più elevato grado d’innovazione. Siamo convinti che, quando si investe nello spazio dell’high yield sostenibile, la scelta del debito emesso dalle aziende con le migliori credenziali ESG possa tradursi in un minor rischio di default e in profitti più resilienti.

Il nostro fondo ha un portafoglio di 156 titoli con un rating medio di BB emesso da 134 imprese diverse con un rating medio di BB+ (fonte La Française AM, al 31/03/2020): una diversificazione volta a difendere l’investitore dal rischio creditizio specifico. Sebbene riteniamo che i tassi di default inevitabilmente aumenteranno nel medio termine rispetto all'attuale 2% (Fonte: BofAML, marzo 2020), rimaniamo fiduciosi sia nel nostro processo di selezione, sia nella nostra esposizione strutturalmente più bassa ai settori più colpiti dalle insolvenze. Inoltre seguiamo con attenzione la prossima ondata che vedrà aziende investment grade  “downgradate” ad high yield (i cosiddetti fallen angels) e al conseguente aumento di offerta di titoli high yield che creerà opportunità interessanti, in particolare sugli emittenti europei e statunitensi di migliore qualità.

I fondamentali di mercato suggeriscono che le aziende con forti credenziali ESG ed i fondi che vi investono, guadagneranno nel lungo termine una crescente fiducia da parte degli investitori. Riteniamo che l’interesse crescente della clientela in concomitanza con la normativa europea che ne incentiverà l’impiego, sta trasformando gli investimenti sostenibili da “nice to have” a un vero e proprio “must have”.

I principali rischi associati a La Française Carbon Impact 2026 includono: rischio di perdita di capitale, rischio di credito, rischio di liquidità, rischio di default relativo ad emittenti di titoli di debito, rischio associato ad investimenti high-yield, rischio relativo a investimenti in Paesi non-OCSE, rischio di controparte. Fare riferimento al prospetto per la lista completa dei rischi.

Disclaimer:

Documento Promozionale. IL PRESENTE DOCUMENTO È DESTINATO ESCLUSIVAMENTE AGLI INVESTITORI PROFESSIONALI COME DEFINITI DA MIFID II E DOMICILIATI IN ITALIA.

Le informazioni e il materiale qui fornito non rappresentano in ogni caso una consulenza, un'offerta, una sollecitazione o una raccomandazione ad investire in investimenti specifici. Emesso da La Française AM Finance Services, home office 128, boulevard Raspail, 75006 Parigi, Francia, regolamentato dall'"Autorité de Contrôle Prudentiel" in qualità di fornitore di servizi di investimento con il numero 18673 X, affiliata di La Française.

Laddove Marie Lassegnore abbia espresso opinioni, queste si basano sulle attuali condizioni di mercato e sono soggette a modifiche senza preavviso. Tali opinioni non sono vincolanti e possono differire da quelle di altri professionisti dell'investimento. La Française Asset Management, approvata dall'"Autorité des Marchés Financiers" con il numero N GP97-76 il 1° luglio 1997.

La SICAV è stata autorizzata il 14/08/2018. È stata creata attraverso la fusione per incorporazione del fondo comune d'investimento multibondario La Française Moderate Multibonds, creato il 18 gennaio 2001 (diventato La Française Global Floating Rates il 13/08/2019). Le compartment La Française Carbon Impact 2026 è stato approvato dall'AMF il 22/10/2019.

Prima della sottoscrizione, i potenziali abbonati sono invitati a valutare attentamente e in modo indipendente la documentazione legale (KIID e prospetto) e commerciale fornita e in particolare i rischi che ne derivano. In relazione al fondo di investimento e alla classe di attività menzionata in questo documento, l’ultimo prospetto, il KIID e i report annuali e semestrali sono disponibili gratuitamente su www.la-française.com , o presso il nostro paying agent BNP PARIBAS Securities Services, via Ansperto 5, Milano 20123

La politica di investimento responsabile del gruppo è disponibile all'indirizzo: https://www.la-francaise.com/de/uber-uns/aktuelles/news-details/la-francaise-groups-responsible-investment-ri-policy/

Il codice di trasparenza del gruppo è disponibile all'indirizzo: https://www.la-francaise.com/fileadmin/docs/Actualites_reglementaires/AFG_Code_de_transparence_Expertise_Actions.pdf

 

 

Professionisti
Società

Notizie correlate