L’approccio del Legg Mason WA Macro Opportunities Bond al mercato obbligazionario globale


Il mercato high yield statunitense, che nel 2017 ha sovraperformato quello europeo, è caratterizzato da una maggiore dispersione settoriale, che può essere un’opportunità ma anche una fonte di rischio per gli investitori. Il quadro economico rimane favorevole per l’asset class, anche se la fase avanzata del ciclo economico statunitense e le valutazioni non convenienti rendono necessario un approccio selettivo sia a livello settoriale sia riguardo all’emittente. Tuttavia, “un quarto delle obbligazioni high yield americane con rating BB potrebbero migliorare il proprio merito di credito nei prossimi 18 mesi”, afferma Ken Leech, CIO di Western AM, un’affiliata del Gruppo Legg Mason e gestore del fondo con rating A (Preferito dagli Analisti) Legg Mason Western Asset Macro Opportunities Bond.

Il gestore individua tre fattori che contribuiranno in maniera significativa all’upgrade creditizio del segmento BB: il contesto economico favorevole degli Stati Uniti, la riduzione dello stimolo monetario e l’aumento dei tassi di interesse. “I settori a spread continuano ad offrire opportunità specifiche in alcuni sottosettori del mercato statunitense. Tenuto conto delle valutazioni attuali, manteniamo una leggera esposizione all’obbligazionario high yield, privilegiando le obbligazioni ‘rising stars’”. A livello settoriale, il team di gestione privilegia i settori dell’energia e finanziario. ”Rimaniamo esposti al rischio dei sottosettori e degli emittenti su cui puntiamo. Per quanto riguarda le obbligazioni corporate high yield, gli spread al momento sono più compressi rispetto alle loro medie storiche”, dice il fund manager.

Tuttavia, aggiunge Leech, “intravediamo interessanti opportunità anche nel debito emergente, nonostante l’impatto negativo del rialzo dei tassi di interesse americani sull’asset class”. Il fondo investe circa il 40% della attività in obbligazioni emesse da Paesi emergenti come Russia e Brasile, mentre è investito per circa il 9% nel segmento high yield. Il team di gestione resta ottimista sul debito emergente, “gli spread presentano ancora un potenziale di contrazione rispetto ai mercati obbligazionari dei Paesi sviluppati. Il fondo è posizionato in modo da beneficiare dei premi al rischio potenziali offerti da certe obbligazioni emergenti specifiche, mantenendo un’esposizione verso i Paesi che presentano fondamentali solidi e valutazioni interessanti”, afferma.

Approccio di investimento

Il Legg Mason Western Asset Macro Opportunities Bond, che rappresenta uno dei prodotti di punta dell'asset manager americano, investe in modo diversificato a livello internazionale in differenti segmenti del reddito fisso, sia obbligazioni corporate che governative. L’investimento del comparto si concentra prevalentemente su strumenti di debito con rating AAA (30,3%), BBB (22,9%), BB (10,7%) e B (10,1%).

Il comparto, che ha raggiunto oltre 9 miliardi di dollari di AuM, ha chiuso il 2017 con una performance dell’11,2%. La gestione attiva della duration, l’esposizione ai mercati emergenti e alle valute sono state le principali fonti di alpha dello scorso anno. Il fondo viene gestito da Western AM, una delle società di investimento specializzate del Gruppo Legg Mason, che si contraddistingue per una filosofia di investimento ‘fundamental value-oriented’, che combina una view macro top-down con una ricerca fondamentale bottom-up. Il team di gestione adotta una strategia obbligazionaria ‘opportunistic global macro’, che prevede una gestione attiva della duration, della curva dei rendimenti e della volatilità complessiva del portafoglio. Il fondo viene gestito secondo una logica unconstrained che consente di ottenere un comparto caratterizzato da una bassa correlazione con l’equity e con gli strumenti obbligazionari tradizionali.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente