Jeanmaire (Columbia Threadneedle), restare fedeli all’approccio bottom-up ai tempi del Covid-19


Modulare fermezza e flessibilità, sapendo applicare il giusto approccio ai differenti momenti della gestione. In un mondo in cui la pandemia da Covid-19 ha posto il cambiamento dei modelli sociali ed economici al centro dell’attenzione di gestori e investitori, affrontare i mercati è un compito sempre più complesso.

La visione di Frédéric Jeanmaire, gestore del fondo Threadneedle Pan European Absolute Alpha di Columbia Threadneedle Investments, prodotto con rating Consistente FundsPeople che è stato in grado di chiudere il complicato primo semestre 2020 in territorio positivo di oltre un punto percentuale, testimonia uno dei fondamentali cardini della gestione attiva. La capacità, cioè, di muoversi in fasi di grande cambiamento restando fedeli ad una filosofia di gestione testata nel tempo e costruita su basi sufficientemente universali da permettere un adattamento a differenti contesti di mercato.

Sei punti cardine

“Il nostro approccio ha portato ad un forte successo nel 2020 fino ad oggi, in termini di sovraperformance dell'indice, e a generare rendimenti assoluti positivi nonostante i mercati negativi. I nostri rendimenti sono stati molto positivi anche nel 2019, un anno molto diverso, caratterizzato da una decisa crescita. Il nostro team ha esperienza nella gestione di fondi long/short dal 2000, e può dimostrare la capacità di generarerendimenti in una grande varietà di circostanze di mercato diverse”, spiega Jeanmaire.

Sei i pilastri del fondo Threadneedle Pan European Absolute Alpha di Columbia Threadneedle Investments:

  • “Siamo gestori con approccio bottom-up e mitighiamo il rischio specifico delle azioni attraverso l'attenzione alla qualità.  Le analisi top-down servono solo da guida per un'analisi fondamentale dei titoli bottom-up.
  • Misuriamo la qualità giudicando il modello di business, valutando il vantaggio competitivo che consente rendimenti sostenibili elevati così come la crescita.
  • Utilizziamo le Cinque Forze di Porter per valutare il potere dei prezzi, e il modello Morningstar per valutare il vantaggio competitivo.
  • L'identificazione di modelli di business deboli crea opportunità per posizioni corte di successo.
  • I criteri ESG sono integrati in tutte le parti del nostro processo e aggiungono un reale valore finanziario.
  • Analizziamo e gestiamo il rischio a livello di azioni, settori e costruzione di portafoglio”.

“Ciò che rende la nostra strategia particolarmente interessante al momento sono le dinamiche di crescita. Il Covid-19 renderà il 2020 un annus horribilis per molti, nel settore hospitality come nei trasporti, ma anche in altri settori come l’energetico, colpite da un prezzo del petrolio debole. La nostra attenzione a modelli di business di qualità superiore ci ha permesso di evitare queste aree, i cui modelli di business sono stati messi in discussione anche prima del virus. Ci siamo invece concentrati con successo dove la crescita continua e può essere potenziata dal virus: titoli del settore sanitario favoriti dall'attrattiva della scoperta di vaccini o di cure potenzialmente efficaci, titoli tecnologici per cui il passaggio al lavoro da remoto ha creato nuove richieste e nuove opportunità.  Non siamo stati però statici: abbiamo avuto preso profitto laddove i titoli hanno corso. Quindi nell'healthcare ora abbiamo posizioni corte nette”, rivela in merito alle ultime operazioni del team di gestione.

Long/short

“Utilizziamo le nostre capacità di ricerca orientata alla qualità per identificare modelli di business frammentati, tipicamente su valutazioni elevate, dove un peggioramento del vantaggio competitivo può portare a un peggioramento dei rendimenti e della crescita”. Un settore portato come esempio dal portfolio manager è quello degli degli apparecchi acustici, dove la natura retail dell'attività ha incoraggiato la concorrenza del business dell'elettronica di consumo e ha anche portato a un forte impatto del virus. “Tra le posizioni lunghe di successo di quest'anno vi sono Teamviewer, che fornisce tecnologia per il lavoro a distanza, Prosus, che ha una forte esposizione alla vendita al dettaglio online, e Lonza, che fornisce impianti di produzione in outsourcing per il settore farmaceutico. Tutti e tre sono stati beneficiari indiretti della crisi di COVID-19 e dei conseguenti cambiamenti nella domanda farmaceutica e nelle pratiche di lavoro e di acquisto”, dichiara.

La view top-down e i fattori macroeconomici sono ovviamente tenuti in considerazione e integrati nell’approccio bottom-up, che mantiene una assoluta preminenza.

Covid-19 e altri fattori pongono grossi problemi e incertezze”, afferma Jeanmaire guardando ai prossimi mesi.  “La crescita si è invertita e potrebbe volerci qualche anno per una ripresa. La Brexit è un rischio reale,.e il governo britannico potrebbe dover affrontare delle sfide se l'irlandese-americano Biden conquisterà la Casa Bianca. D’altro canto, stimolando la politica monetaria e fiscale, pur essendo devastante per alcune società finanziarie, aumenterà i rendimenti ottenuti dai compounders a lungo termine, e aiuterà anche le loro valutazioni. Ma il nostro approccio è bottom-up e possiamo continuare a trovare modelli di business forti che cresceranno indipendentemente da queste incertezze”, conclude.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente