Tags: Business | Azionario | SRI |

Istruzione, una sfida del 21º secolo


Contributo a cura di Guillaume Uettwiller, gestore del fondo CPR Invest Education, di CPR AM (Gruppo Amundi). Contenuto sponsorizzato.

L'istruzione è una delle sfide più importanti del 21 ° secolo considerato il suo ruolo decisivo nello sviluppo umano, sociale ed economico di tutti i Paesi sviluppati ed emergenti. È una priorità per la comunità internazionale e, come tale, le Nazioni Unite ne hanno fatto un obiettivo di sviluppo sostenibile (SDG 4), per "garantire un'istruzione di qualità inclusiva ed equa e promuovere opportunità di apprendimento permanente per tutti". L'istruzione è a tutti gli effetti uno dei modi più potenti e decisivi per raggiungere quasi tutti gli altri obiettivi di sviluppo sostenibile e quindi combattere la povertà e la disuguaglianza ed offrire alle persone una vita più sana e uno standard di vita più elevato.

Con il lancio di CPR Invest - Education, fondo disponibile in Italia da gennaio 2019, CPR AM e Amundi hanno reso concreta l’ambizione di dedicarsi al pilastro sociale degli investimenti responsabili. Si tratta inoltre del primo fondoche offre una soluzione di investimento dedicata all'apprendimento permanente.

CPR Invest - Education raccoglie la sfida dell'istruzione globale investendo in società che operano nell'intero ecosistema dell'istruzione, dalla minore età fino alla vita adulta, con un approccio sostenibile. Il suo obiettivo è beneficiare della domanda crescente di beni e servizi legati all’istruzione, della tendenza alla privatizzazione di questi servizi e dell'aumento della spesa destinata all'istruzione. L'universo di investimento viene quindi suddiviso in tre pilastri fondamentali: il pilastro centrale è incentrato sull'accesso all'istruzione e al mondo del lavoro e comprende scuole, università, formazione e agenzie di selezione del personale. Gli altri due pilastri riguardano i contenuti accademici e gli strumenti educativi (ad esempio società editoriali e e-learning) e i servizi agli studenti (come alloggi, servizi di ristorazione e di trasporto scolastico).

Un approccio responsabile a 360°

CPR AM ha introdotto un approccio di impatto completamente nuovo per far fronte alle sfide relative alla crescita della domanda di beni e servizi legati all’istruzione. Questo approccio a 360 ° è incorporato nelle diverse fasi del processo di investimento e, successivamente, nelle azioni pratiche intraprese da CPR AM:

Definizione dell'universo di investimento: l'intero ecosistema dell'istruzione permanente con particolare attenzione all’attinenza del business e attività aziendali rispetto al tema;

Filtri ESG: esclusione di aziende con i peggiori comportamenti ESG;

Controversie: esclusione di società con elevate controversie ESG;

Metriche di impatto: selezione di criteri per tipologia di attività al fine di massimizzare la generazione di impatto positivo degli investimenti; gli indicatori sono utilizzati come strumento di gestione e reporting;

Investimenti non quotati: possibilità di investire in società e progetti non quotati2 in collaborazione con i team Amundi Solidarity e Amundi Private Equity (in corso);

Devoluzione delle commissioni di gestione: prevediamo di devolvere in futuro una parte delle commissioni di gestione del fondo alle organizzazioni no profit che operano nel settore dell'istruzione in Europa e nei paesi emergenti.

Analisi extra-finanziaria

In quanto appartenente al Gruppo Amundi, CPR AM si affida alla ricerca fornita dal team di analisi extra-finanziaria di Amundi, che assembla dati, risorse ed esperienza a beneficio dell’intero Gruppo. Le pratiche delle aziende vengono valutate in base a criteri ambientali, sociali e di governance (ESG). Ambientali, come consumo di energia, emissioni di gas serra, gestione delle risorse idriche e dei rifiuti, ecc...; Sociali, come il rispetto dei diritti umani, salute e sicurezza sul lavoro, ecc...; Governance, come indipendenza del consiglio di amministrazione, rispetto dei diritti degli azionisti, ecc...

1 Fonte: CPR AM competition watch team

2 Nei limiti di quanto indicato nella documentazione d’offerta tempo per tempo vigente

cpr_invest_education

Messaggio pubblicitario con finalità promozionali.

Il comparto CPR Invest - Education (di seguito anche “Fondo”) è gestito da CPR Asset Management. CPR Asset Management è autorizzata in Francia e regolamentata dall'Autorité des Marchés Financiers (AMF).

Il comparto è autorizzato in Lussemburgo e sottoposto alla vigilanza della Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF).

Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a scopo informativo e non costituiscono offerta al pubblico di strumenti finanziari né una raccomandazione riguardante strumenti finanziari. Le opinioni espresse possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso. Si declina qualsiasi responsabilità in caso di qualsivoglia perdita, diretta o indiretta, derivante dall’affidamento alle opinioni o dall’uso delle informazioni ivi contenute.

I potenziali investitori devono esaminare se i rischi annessi all’investimento nel Fondo siano appropriati alla propria situazione e devono altresì accertarsi di aver compreso interamente il contenuto del presente documento.

In caso di dubbi, si raccomanda di consultare un consulente finanziario al fine di determinare se l’investimento sia appropriato. L'investimento comporta un sostanziale grado di rischio. Prima dell’adesione leggere il KIID, che il proponente l’investimento deve consegnare all’investitore prima della sottoscrizione, ed il Prospetto, pubblicati sul sito www.amundi.it e disponibili gratuitamente e su richiesta scritta presso l'indirizzo postale di CPR Asset Management – 90, boulevard Pasteur – CS 61595 – 75730 Paris Cedex 15 - Francia, oppure su www.cpr-am.com. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri e non vi è garanzia di ottenere uguali rendimenti per il futuro. Il Fondo non offre una garanzia di rendimento positivo o di restituzione del capitale iniziale. Il presente documento non è rivolto ai cittadini o residenti degli Stati Uniti d’America o a qualsiasi «U.S. Person» come definita nel SEC Regulation S ai sensi del US Securities Act of 1933 e nel Prospetto. Le informazioni sono aggiornate a dicembre 2019.

Professionisti
Società

Notizie correlate