Insight Investment, la boutique di alta expertise del gruppo BNY Mellon


Insight Investment è una boutique del gruppo BNY Mellon che offre servizi di gestione del risparmio. La società, con sede a Londra, nasce nel 2002 dal gruppo HBOS e successivamente nel 2009 entra a far parte di BNY Mellon. La società ha circa 700 dipendenti, di cui 600 a Londra e 100 a New York con un totale di masse gestite di 700 miliardi di dollari circa. La società fa parte del gruppo BNY Mellon, ma rimane indipendente nella gestione: “Insight mantiene la propria specializzazione e autonomia nell’approccio di investimento”, spiega Adrian Grey, CIO di Insight Investments. L’azienda ha avuto un processo di sviluppo molto veloce in questi dieci anni, tanto da essere riconosciuta come una tra le case di gestione cresciute in minor tempo in Europa in termini di masse. Questo è stato permesso soprattutto al tipo di clientela, perché Insight si rivolge soprattutto agli istituzionali: “La società gestisce soprattutto il denaro di grossi fondi pensione e di compagnie assicurative. In Italia, abbiamo sviluppato anche una clientela wholesale e retail, proprio per la particolarità del mercato in questione”, spiega il CIO.

L’offerta di prodotto di Insight Investments

Il nostro business è concentrato su poche cose, ma le facciamo molto bene: il risk management, la gestione attiva obbligazionaria e i fondi absolute return” specifica Adrian Grey. All’interno delle risk management solution abbiamo la gestione delle passività, delle valute e degli asset. Nel fixed income, investiamo la liquidità su una selezione globale di titoli. Per quanto riguarda invece i fondi absolute return, la gestione del portafoglio avviene anche con un approccio multiasset. La selezione dei titoli obbligazionari segue due criteri: il primo riguarda un preciso screening degli emittenti, ricercando in fase di acquisto un mispricing dei titoli. Il secondo invece, riguarda un’accurata diversificazione dei bond per ricercare una decorrelazione di portafoglio.

Investimenti secondo ESG Criteria

Insight ha introdotto da diversi anni i criteri ESG all’interno del processo di selezione. L’approccio della società si basa sulla convinzione che le questioni di ESG siano un importante driver del valore dell’investimento. Nel 2016 è stato assegnato a Insight lo status di Tier 1 dal Financial Reporting Council, che riconosce 'una buona qualità e una descrizione trasparente dell’approccio alla stewardship'. Nel 2017, il PRI ha assegnato a Insight un rating 'A+' per strategia e governance e una 'A' per l'integrazione dei temi d’investimento responsabile tra i portafogli obbligazionari. Abbiamo cercato di integrare i criteri ESG anche all’interno del processo di selezione dei titoli a reddito fisso per dare valore aggiunto all’investimento, conclude Adrian Grey.

 

Professionisti
Società

Notizie correlate