L'indice MSCI fa spazio ai titoli cinesi A-share: quali sono i migliori fondi azionari del Dragone rosso?


Dal 1º giugno 2018 i titoli cinesi A-Share sono entrati a far parte, per la prima volta, dell’indice MSCI dei mercati emergenti, aprendo così la porta agli investitori globali ma, al tempo stesso, consentendo anche uno spostamento di flussi di cassa dagli investitori cinesi all’estero. Ciò rappresenta una novità importante per gli investitori, che fino ad oggi erano spesso restii ad un mercato ancora non del tutto conosciuto.

Tale inclusione avverrà in due fasi: la prima, che è attualmente in atto, prevede un fattore di inclusione del 2,5%, mentre la seconda fase avrà inizio a settembre, e prevede l’inclusione di un ulteriore 2,5%. Eventuali incrementi del suddetto fattore dipenderanno dai miglioramenti della regolamentazione del mercato domestico.

John Lin, portfolio manager China Equities di AllianceBernstein, sostiene che “nel corso del tempo questa tendenza potrebbe condizionare il comportamento del mercato H-Share”. Il gestore aggiunge infatti che “i mercati azionari cinesi sono molto volatili e inefficienti, perché dominati da investitori privati che possiedono l’86% del mercato, una percentuale più che doppia rispetto alla maggior parte dei mercati sviluppati e di quelli asiatici in via di sviluppo”.

Persino l’approccio agli investimenti è totalmente diverso, spiega Lin: “Le abitudini di trading degli investitori retail cinesi sono volubili; tendono ad agire sulle ultime notizie e sugli sviluppi di breve periodo piuttosto che su previsioni di lungo termine. Persino i gestori onshore di fondi comuni tendono a comportarsi come gli investitori retail a caccia di notizie, perché i gestori di portafogli cinesi sono tipicamente incentivati a puntare ad una performance di breve periodo”.

Nei prossimi anni, con la liberalizzazione del mercato cinese, i deflussi di capitali raggiungeranno altri mercati, e questi potrebbero alterarne la composizione perchè troppo soggetti ad attività di trading legate a sentiment di breve termine.

François Perrin e Dmitriy Vlasov, entrambi portfolio manager di East Capital, affermano che “l’apertura del mercato A-share agli investitori esteri offre una maggiore esposizione al mercato domestico cinese, in settori che presentano buone oppurtunità di crescita nel Paese, come quello dei consumi, healthcare e protezione ambientale”. I due manager commentano inoltre che “una delle ragioni per cui ci piacciono le A-share cinesi è il fatto che i settori dipendenti dalla domanda interna (come l’healthcare o i beni di largo consumo) tendono ad essere più rappresentati sul mercato domestico rispetto al China offshore”.

Un’altra caratteristica fondamentale delle società A-share cinesi, sottolineano Perrin e Vlasov, è che “molte di esse tendono ad avere credenziali ESG migliori rispetto alle equivalenti offshore, in particolare per quanto riguarda le mid cap, per via delle stringenti regolamentazioni relative agli strumenti finanziari imposte dalla specifica commissione (CSRC, China Securities and Regulatory Commission)”. L’inclusione delle società A-share nell’indice MSCI favorirà il passaggio da un mercato dei capitali dominato dal retail, caratterizzato da trading frequenti e alti tassi di turnover, a uno più istituzionalizzato e più appetibile per gli investitori esteri.

I migliori fondi azionari cinesi da inizio anno

Di seguito sono riportati i dieci fondi azionari cinesi denominati in euro e disponibili per la vendita in Italia che hanno registrato le migliori performance YTD.

Fondo

Rendimento YTD

Rendimento a 1 anno

Rendimento a 3 anni

Volatilità a 1 anno

Volatilità a 3 anni

Società

Deutsche Invest I Chinese Eqs FC

11,01

25,90

2,82

13,35

18,77

Deutsche AM

Morgan Stanley Investment Funds - China A-shares Fund

10,22

_

_

_

_

Morgan Stanley IM

Fidelity China Opportunities

9,62

25,53

4,95

10,74

16,72

Fidelity International

Parvest Equity China Privilege

9,50

28,47

4,89

12,53

17,90

BNP Paribas AM

Amundi Funds II - China Equity

9,38

28,53

4,11

13,52

19,05

Amundi SGR

Neuberger Berman China Equity Fund

9,23

34,07

_

15,26

_

Neuberger Berman

GAM Star China Equity

8,48

20,41

0,75

12,48

20,57

GAM SGR

Wells Fargo (Lux) Worldwide Fund - China Equity Fund 

8,42

25,43

4,59

12,92

17,02

Wells Fargo AM

Eurizon Fund - Equity China Smart Volatility

8,31

21,36

0,54

11,87

18,75

Eurizon Capital SGR

Threadneedle China Opportunities Fund

8,29

27,14

4,14

11,48

18,51

Columbia Threadneedle Investments

Fonte: Morningstar Direct.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente