Tags: Consulenza |

Il know how di Consultique a favore della consulenza indipendente


Regole nuove, processi differenti, contrattualistica complicata. L’avvio del nuovo Albo unico dei consulenti finanziari, lo scorso 1 dicembre 2018, è stato accolto certamente come un momento storico per l’intero settore. Ancor più, poi, per i professionisti indipendenti. Eppure, come per tutti gli organismi che muovono i primi passi, non tutto è facilmente accessibile. “L’iscrizione non è banale”, dice subito Luca Mainò, cofondatore e direttore commerciale di Consultique. D’altronde MiFID II ha introdotto regole nuove e modalità diverse per l’esercizio della professione. Proprio per questo la società di consulenza ha lanciato il pacchetto Easy Apply, che ha come finalità quella di ridurre i tempi e rendere agevole la presentazione della domanda di iscrizione all’Albo per chi vuole diventare consulente finanziario indipendente (autonomo) o creare un società di consulenza. 

Consultique, in 18 anni di attività a supporto di consulenti e società FeeOnly, ha messo a punto metodologie, processi, servizi e strumenti per chi vuole dare una svolta alla propria vita professionale e porsi sul mercato con un approccio libero, dedicato solo alla tutela e alla soddisfazione dei propri clienti. Successivamente sarà possibile accedere a tutti i servizi del network Consultique, compresa l’esclusiva piattaforma IFAnet 4.0, attraverso un canale preferenziale.

Secondo i primi numeri pubblicato dall'Organismo di vigilanza dei consulenti finanziari, dei 111 professionisti autonomi iscritti all’Albo, come rivela lo stesso Mainò, ben l’80% è stato supportato dal know how della società di Verona. “L’Organismo è lento nell’evadere le domande d’iscrizione, proprio perché la procedura è complessa. Quest’anno mi aspetto dalle 250 alle 300 nuove iscrizioni”, anche grazie a questo nuovo servizio offerto.

Acquisire consapevolezza, interpretare correttamente l’ambito normativo di riferimento, creare il proprio business plan, acquisire strumenti e best practices della professione sono le finalità peculiari di questo pacchetto. Inoltre durante tutta la fase di redazione della domanda di iscrizione fino all’inizio dell’operatività come consulente indipendente, il team Consultique sarà a disposizione per dare tutto il supporto necessario per iniziare l’attività con successo. “Il 2019 sarà un anno di transizione – afferma Mainò - Da un lato MiFID II porterà un’iniezione di trasparenza, che dovrebbe consentire ai clienti di vedere finalmente una rendicontazione di tutti i servizi. Dall’altro lato ci sarà la possibilità per i professionisti dipendenti di dare una svolta alla carriera e, perché no, creare una propria realtà indipendente”.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente