Il frutto di una ricerca proprietaria disciplinata di tipo bottom-up


Una strategia di tipo global long/short equity con focus europeo e investe nel lungo termine in utility e altre società del settore delle infrastrutture.

 

Breve descrizione del comparto: KIS KEY adotta una strategia di tipo global long/short equity con focus europeo e investe nel lungo termine in utility e altre società del settore delle infrastrutture. Il prodotto ha un’esposizione netta azionaria del 60-80% e un’esposizione azionaria lorda del 75-150%, l’uso della leva e dei derivati viene applicato sia ai fini di copertura sia per motivi di generazione di performance.

 

Le principali differenze con prodotti simili sul mercato: Long/short bias. Esposizione netta nel range alto dei competitor.

 

Obiettivi di investimento (target return e target volatility se applicati): Obiettivo annuale netto di rendimento dell’8-12%, volatilità dell'8-9% e indice di Sharpe dell’1-1,5.

 

Focus di Investimento: top-down/bottom-up, value/growth/blend, fondamentale/quantitativo. Le decisioni di investimento sono basate su di una ricerca proprietaria disciplinata di tipo bottom-up.

 

Vincoli di investimento:

- # delle posizioni:Portafoglio concentrato di 30-40 posizioni core.

- Geografici: Il mandato è globale ma il team di investimento crede che ora sia più competitivo il mercato europeo.

- Settoriali: utilities, infrastrutture, immobiliare e comunicazioni.

 

Benchmark e tracking error (da prospetto e storico): NMX Infrastructure Europe.

 

Numero di holdings e turnover: Portafoglio di 30-40 posizioni core, basso turnover.

 

Risk policy: 

Gestione del rischio con revisione giornaliera:

  • Limiti regolatori: UCITS, CSSF
  • Limiti del prospetto: Leva; Esposizione sui derivati; Allocazione geografica.
  • Limiti interni del comitato di investimento: Procedura della riduzione del rischio basata sul VaR e sul livello di drawdown; 
  • Esposizione netta/lorda, concentrazione; 
  • Liquidabilità; 

 

Liquidity policy: Liquidità giornaliera.

 

Hedging valutario (se applicabile): Di default copriamo il 100% del rischio valuta; tuttavia, abbiamo la possibilità di mantenere le posizioni aperte per specifici titoli azionari o valute.

 

Uso dei derivati (leva massima, prospetto e storico): Ammesso.

 

View di mercato nei prossimi 6 mesi: Crediamo che le maggiori posizioni di portafoglio da un punto di vista bottom-up possano ancora offrire rendimenti a doppia cifra grazie ad un dividend yield vicino al 4% combinato con un incremento dei flussi di cassa, dei profitti attesi e dei dividendi. Il prodotto ha un'esposizione significativa agli asset difensivi, i cosiddetti bond-proxy, e la nostra strategia di copertura è stata creata in modo da poter moderare l'esposizione totale del portafoglio alla sensibilità dei tassi di interesse (correlazione inversa) e all'inflazione (correlazione positiva).

Professionisti
Società