Tags: Fondi Azionari |

Il fondo di Kairos per beneficiare delle tendenze dettate dai Millennials


I Millennials, detti anche Generazione Y o nativi digitali, sono i nati tra il 1980 e il 2000. Cresciuti durante un’epoca di forte sviluppo tecnologico e dotati di redditi superiori rispetto ai loro predecessori, hanno trasformato profondamente i modelli di business e gli stili di vita, in particolare le abitudini di spesa e consumo nelle aree dove è più alta la loro concentrazione (Stati Uniti e Paesi emergenti). Se si considera, poi, il fatto che rappresentano la popolazione più numerosa del pianeta (2,4 miliardi di persone) è logico pensare che saranno la generazione che più di tutte avrà un impatto economico nel prossimo decennio.

In un contesto di mercato complesso come quello attuale, dunque, i Millennials rappresentano un focus imprescindibile per le strategie d’investimento alpha oriented, che puntano proprio sui driver di cambiamenti socioeconomici con impatti rilevanti sui mercati finanziari e forti prospettive di crescita a medio-lungo termine. Per cogliere tutte le opportunità derivanti dalle tendenze dettate dalla Generazione Y, Kairos ha recentemente lanciato sul mercato il Kairos International Sicav Millennials, un comparto azionario tematico denominato in dollari, che investe in società quotate negli Stati Uniti che sono beneficiarie di tali cambiamenti.

Portafoglio e processo d’investimento

“Il fondo rappresenta una valida fonte di diversificazione del portafoglio azionario perché ha focus sul mercato americano di tipo growth, a completamento dell’offerta di Kairos che è prevalentemente europea e di tipo value”, spiega Riccardo Baldissera, portfolio manager del comparto. KIS Millennials dispone di un team per la ricerca interna che vanta un’esperienza pluriennale sul mercato azionario americano e su un team di analisti dedicati con un’eccellente expertise in disruptive technology, nuove frontiere digital e anticipazione di nuovi trend.

L’obiettivo d’investimento del KIS Millennials è offrire un apprezzamento del capitale nel medio-lungo termine. Il fondo, inoltre, possiede un grado di sostenibilità molto elevato grazie all’investimento di più del 50% del portafoglio in aziende con un alto rating ESG. “Si tratta di un prodotto tematico con bassa correlazione tra i titoli in cui investe, quindi con un buon grado di indipendenza dall’andamento del mercato”, aggiunge il gestore.

La definizione dell’universo investibile avviene a partire dal benchmark del comparto, l’MSCI USA. “La ricerca interna di Kairos filtra inizialmente il paniere dell’indice, selezionando le sole aziende legate al tema Millennials. I settori comprendono prevalentemente comunicazione, tecnologia, finanza, immobiliare e beni di consumo. Attraverso l’analisi fondamentale, il team poi esclude le società che non rappresentano un investimento economicamente solido e ne include altre non appartenenti all’indice che beneficiano del tema e hanno migliori prospettive reddituali”, rivela Baldissera.

Il portafoglio viene, infine, ottimizzato attraverso due distinte metodologie quantitative: da un lato un sistema proprietario definisce i pesi dei singoli titoli al fine di massimizzare lo Sharpe Ratio (il rendimento a parità di rischio) tenendo in considerazione da un lato la loro capitalizzazione, e da un altro i vincoli autodefiniti in base alla strategia degli analisti, contenendo al contempo il turnover di portafoglio.  Dall’altro lato una seconda strategia, sempre sviluppata internamente come combinazione di tre modelli matematici differenti, cerca di sfruttare il potenziale insito nella volatilità attraverso la vendita di opzioni sui singoli titoli per aggiungere una ulteriore fonte di rendimento al portafoglio.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente