Il Coronavirus non ha modificato la crisi climatica


Contributo a cura di Ulrik Fugmann e Edward Lees, Co-Head of Environmental Strategies Group di BNP Paribas AM. Contenuto sponsorizzato.

Non per sminuire la gravità della pandemia e le sue implicazioni per le economie di tutto il mondo, ma un duro lavoro e una forte focalizzazione sulle società con una crescita solida, un management responsabile e strategie realistiche possono dare i loro frutti.

Mentre in primavera ci eravamo inizialmente focalizzati sulle opportunità di crescita offerte dalla dislocazione dei mercati, più di recente, con il protrarsi della crisi, siamo diventati più cauti, scegliendo società difensive che hanno dimostrato la propria capacità di superare la crisi. La strategia, tuttavia, ha sempre una certa esposizione verso le società che si stanno sviluppando con nuove tecnologie.

In generale, la strategia per il cambiamento climatico ha una prospettiva di sostenibilità: il suo obiettivo è investire in società che offrono prodotti e servizi che forniscono soluzioni ambientali

Focus su ecologia piuttosto che su tutti i criteri Esg

Tuttavia, non è una strategia ESG "pura”: il focus è sulla “E” (soluzioni ambientali) più che sulla “S” (sociale) e sulla “G” (governance). La “S” e la “G” sono ovviamente importanti, ma è nella “E” che crediamo si trovi la minaccia esistenziale, i flussi di capitale associati e le opportunità di crescita. Gli aspetti ambientali attualmente offrono le opportunità maggiori e migliori, pertanto, i rating ESG non determinano di per sé le decisioni d'investimento, anche se vengono utilizzati nel processo.

La selezione di aziende che contribuiscono alla soluzione del problema climatico di solito significa che esse hanno un profilo ESG forte. Tuttavia, è fondamentale che sia una strategia orientata al rendimento e quindi le società devono avere caratteristiche di rischio/rendimento interessanti.

Buono vs. cattivo, “long” vs. “short”

La strategia sul cambiamento climatico offre agli investitori un’opportunità per investire nella lotta al cambiamento climatico, ricercando al contempo un rendimento potenziale positivo in molteplici condizioni di mercato. Di conseguenza, oltre alle tradizionali posizioni “lunghe”, la strategia può detenere posizioni “corte” come copertura. È in grado di rispondere a un cambiamento nel mercato assumendo una posizione short rispetto ad una società che, ad esempio, rischia di non essere in grado di attuare la transizione.

Prendiamo il settore dell'acciaio. Possiede una delle impronte carbonio maggiori al mondo. Tuttavia, esistono acciaierie "di buona qualità", che utilizzano energie rinnovabili e lavorano solo con scarti e acciaio riciclato, che hanno un'impronta molto inferiore. Dato il loro contributo alla riduzione delle emissioni di gas serra, ma soprattutto la loro capacità di generare margini più elevati e rendimenti potenziali migliori, possono rappresentare investimenti interessanti.

A questa posizione lunga, si potrebbe contrappore una tradizionale acciaieria “cattiva” che utilizza carbone e minerale di ferro e ha un'impronta molto maggiore. Non si tratta necessariamente di contrapporre un'azienda "green" a un'azienda "brown", ma di cercare di ottenere rendimenti migliori e di ridurre i rischi della strategia.

Andando più a fondo nell’analisi delle opportunità, vale la pena notare che ne esiste un ampio insieme: nei settori dell'energia, dei materiali, dell'agricoltura e dell'industria. Un universo di investimento di circa 2000 società che va dall'energia solare ed eolica alle batterie, all'elettrificazione, agli edifici verdi, ai biocarburanti, al controllo e ai test sull’inquinamento. Vi sono opportunità anche nel trasporto marittimo più pulito e verde.

Società focalizzate su soluzioni per il sistema energetico globale

Captura_de_pantalla_2020-09-29_a_las_11

Fonte: BNP Paribas Asset Management; luglio 2020

Crescita, crescita, crescita – ora e per il prossimo futuro

È importante notare che la crescita è un fenomeno secolare. A titolo di esempio, il mercato mondiale dell'energia eolica offshore è destinato a espandersi in modo significativo nei prossimi due decenni. L'Agenzia Internazionale dell'Energia stima una crescita annua del 13% e un aumento di capacità di 15 volte entro il 2040. Nei prossimi due decenni, questo dovrebbe diventare un settore da 1000 miliardi di USD.

L'UE ha identificato l'idrogeno, una fonte di energia pulita, come uno strumento chiave per gli obiettivi del Green Deal per il 2050, indicando che gli investimenti cumulativi in idrogeno rinnovabile in Europa potrebbero arrivare fino a 180-470 miliardi di euro entro il 2050. Separatamente, si stima che il giro d’affari nell'economia dell'idrogeno salirà a 140 miliardi di euro entro il 2030 rispetto agli attuali 2 miliardi di euro.

Quindi, si tratta di opportunità a lungo termine e le soluzioni alle sfide ambientali richiedono investimenti su larga scala: servono decine di miliardi di dollari.

Sostenibilità e rendimenti sostenibili

Esiste una serie importante di evidenze che gli investimenti in aziende con forti punteggi ambientali nel tempo sovraperformano quelli in aziende con punteggi deboli, e che le aziende che possono trarre vantaggio dalle sfide ambientali supereranno quelle meno preparate, con “stranded asset” o tecnologie inferiori.

Investire in società così forti aggiunge alfa ai portafogli di investimento, riducendo al contempo il rischio. Le performance di queste società sono più stabili nel tempo, soffrono meno nelle fasi di ribasso dei mercati e sono meno suscettibili alle oscillazioni dei trend di mercato.

Ciò si è riflesso nell'attenzione degli investitori: i risparmi sono confluiti in investimenti sui temi della sostenibilità, anche nella prima metà di quest'anno, quando l'epidemia di Coronavirus e la successiva pandemia hanno disorientato molti investitori, e la volatilità del mercato è schizzata in alto. Questo sottolinea la crescente importanza di gestire attivamente gli investimenti dopo che una quantità sempre maggiore di denaro affluito su strumenti passivi ha sostenuto indiscriminatamente un'ampia gamma di aziende.

Professionisti
Società

Notizie correlate