Tags: Europa | USA | Giappone | Emergenti |

I principali appuntamenti economici della settimana


Settimana scandita dai meeting di due importati banche centrali mondiali che decidono sul tasso di interesse. Si riuniranno infatti la Bank of Japan e la BCE con le consuete dichiarazioni a margine rilasciate dai due istituti. Grande attenzione anche per la rivelazione del sentiment di due grandi economie mondiali, la Germania con l’indice ZEW di luglio e gli Stati Uniti con l’indice di fiducia del Michigan. Sempre dagli USA interesse anche per le richieste di sussidi di disoccupazione. Completano il panorama di dati economici il PIL e la produzione industriale della Cina.

Lunedì si incomincia con la panoramica dei mercati del Banco centrale del Brasile, a seguire ancora spazio per i mercati emergenti con l’indice dei prezzi al consumo in India. Si passa poi agli Stati Uniti con il Bilancio del budget federale.

Martedì dedicato alla Gran Bretagna con la variazione nelle richieste di sussidi di disoccupazione, il PIL mensile e trimestrale e la produzione manifatturiera. A seguire interesse sulla Germania con la rilevazione ZEW del sentiment sull’economia. Infine dagli USA giunge l’indice dei principali prezzi al consumo mensile di giugno.

Mercoledì si parte con il rapporto sulle prospettive della Bank of Japan. L’indice dei prezzi al Consumo di giugno della Gran Bretagna, l’indice nazionale dei prezzi al consumo mensile del Canada, la cui Banca centrale deciderà in giornata sul tasso di interesse. Dagli USA giungono le scorte di petrolio greggio. Infine si torna di nuovo in Canada per la conferenza stampa della Bank of Canada.

Giovedì di grande interesse per la diffusione del PIL del secondo trimestre della Cina e il dato sulla produzione industriale. Dalla Gran Bretagna arriva la variazione di sussidi di disoccupazione di giugno. L’attenzione degli investitori si concentra poi sul meeting della BCE, la decisione del tasso di interesse di luglio e tasso sui depositi e le dichiarazioni di politica monetaria che saranno seguite dalla conferenza stampa. Molti i dati di rilievo sugli Stati Uniti con le vendite al dettaglio di beni essenziali di e le vendite al dettaglio di giugno, le richieste di sussidi di disoccupazione e l’indice di produzione della Fed di Filadelfia.

Infine venerdì si chiude con l’indice nazionale dei prezzi al consumo del Giappone, le vendite al dettaglio in Gran Bretagna, l’indice dei prezzi al consumo annuale dell’Area euro, le concessioni edilizie di giugno in USA e l’indice della fiducia del Michigan.

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 Siguiente