I principali appuntamenti economici della settimana


Una settimana di grande interesse per il sentiment dell'economia globale. Attesa per l'indice sulla fiducia dei consumatori in Europa e degli indici PMI (dei responsabili degli acquisti) di Stati Uniti, Giappone, Regno Unito e Area Euro. In arrrivo anche l'indice IFO, barometro della fiducia delle imprese, e l'indice GfK sulla fiducia dei consumatori in Germania. 

Lunedì la Banca Popolare Cinese comunica il tasso privilegiato d'interesse. La Gran Bretgana pubblica la tendenza degli ordini industriali di giugno. Dagli USA in arrivo il dato sulle vendite di abitazioni esistenti. Dall'Area Euro la fiducia dei consumatori. 

Martedì interesse per l’indice PMI dei servizi del Giappone e per l’indice PMI manifatturiero francese. Grande attesa per l’indice degli acquisti del settore manifatturiero della Germania e per il PMI manifatturiero dell’Europa. Indice PMI composito e indice dei direttori degli acquisti del manifatturiero in arrivo anche da Londra. Il Banco centrale del Brasile diffonde i verbali del vertice Copcom. A seguire dagli USA giungono l’indice PMI Markit composito di giugno e la vendita di nuove abitazioni.

Mercoledì si apre con la decisione sul tasso di interesse della Banca centrale della Nuova Zelanda. Spazio poi al dato delle aspettative di business tedesco di giugno e all’indice IFO sulla fiducia delle aziende in Germania. Gli Stati Uniti rendono noti il repost Seevol sulle scorte di Cushing e le scorte di petrolio greggio.

Giovedì l’attenzione si sofferma sul rapporto della Gfk sul clima fra i consumatori tedeschi di luglio. La Francia comunica il numero di persone in cerca di lavoro. Gli USA diffondono l’indice dei principali ordinativi di beni durevoli, il PIL trimestrale e le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione.

Infine Venerdì il Giappone pubblica l’indice generale dei prezzi a Tokyo e l’indice IPC Tokyo esclusi alimentari ed energetici. Attesa anche per le spese personali e il sentimento d’aspettativa dei consumatori del Michigan per gli Stati Uniti. 

Notizie correlate

Azioni europee, le prossime mosse

A parte l'inevitabile volatilità del momento, potrebbe essere il momento giusto per tornare ad investire in Europa. Contributo a cura di Ben Ritchie, Head of European Equities, Aberdeen Standard Investments. Contenuto sponsorizzato.

Anterior 1 2 3 Siguiente