I principali appuntamenti economici della settimana


Economia reale dei Paesi dell’Area euro sotto la lente di ingrandimento questa settimana. In arrivo gli indici PMI di marzo, utili per valutare gli impatti del Coronavirus. Attesa anche per il dato sulla fiducia delle imprese in Germania. Dall’Italia giungono i dati sulla fiducia delle aziende e dei consumatori di marzo. Attesa anche per le scorte di greggio USA e per i dati Baker Hughes sugli impianti di estrazione, per il rally del petrolio.  

Lunedì la Banca Centrale del Brasile comunica la panoramica sui mercati. Dal Canada in arrivo il dato sulle vendite all’ingrosso di gennaio. A seguire l’Area euro pubblica il dato sulla fiducia dei consumatori a marzo che incorpora gli impatti del Coronavirus.

Martedì il Giappone rendo noto l’indice dei direttori degli acquisti del manifatturiero e dei servizi di marzo. La Francia diffonde l’indice PMI e dei direttori agli acquisti del terziario di marzo. La Germania comunica l’indice degli acquisti del manifatturiero e dei servizi dello stesso mese. Dall’Area euro giungono l’indice PMI del manifatturiero e dei direttori degli acquisiti dei servizi di marzo. PMI composito e indice degli acquisti di manifatturiero e servizi in arrivo anche dalla Gran Bretagna. Nel complesso sono dati di grande interesse per una fotografia degli impatti del Coronavirus sull’economia del Vecchio Continente. Dati sugli acquisti del manifatturiero e del terziario di marzo calcolati anche dagli Stati Uniti, a cui aggiungere il dato sulla la vendita di nuove abitazioni di febbraio.

Mercoledì ulteriori informazioni completano il quadro sulla tenuta economica nell’emergenza Covid-19. La Germania pubblica le aspettative di business e l’indice IFO sulla fiducia delle aziende di marzo. La Gran Bretagna comunica i prezzi al consumo di febbraio. Gli Stati Uniti diffondono il dato sui principali ordinativi di beni durevoli di febbraio. Attenzione anche sulle scorte di petrolio greggio USA.  

Giovedì Berlino rende noto il rapporto GfK sul clima fra i consumatori di aprile. A seguire la Bank of England, decide il tasso di interesse. Dagli Stati Uniti in arrivo il PIL trimestrale e le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione.

Venerdì in chiusura di settimana l’Italia comunica il livello di fiducia delle aziende e dei consumatori di marzo. Dagli Stati Uniti giungono l’indice dei prezzi per spese personali e per consumi, l'aspettativa dei consumatori del Michigan e i dati Baker Hughes sul totale degli impianti di estrazione petrolifera.

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente