I principali appuntamenti economici della settimana


Settimana di interesse per tastare il polso sui cambiamenti nei prezzi di beni e servizi nei principali Paesi dell’Area Euro nella crisi del Covid-19, con la pubblicazione degli indici IPC. Attesa anche per l’indice IFO tedesco, sulla fiducia delle aziende di aprile. Dagli Stati Uniti giungono importanti informazioni con il dato sulla produzione industriale, vendite al dettaglio e richieste iniziali di sussidi di disoccupazione. Attenzione inoltre sul dato sulle scorte di greggio per il crollo dei prezzi del petrolio. Indicazioni sulla ripresa post-coronavirus in Cina giungono con dalla diffusione di PIL, produzione Industriale e tasso di disoccupazione.

Lunedì si incomincia in Portogallo con la pubblicazione dell’indice dei prezzi al consumo di marzo. Dal Brasile in arrivo la panoramica sui mercati della Banca centrale brasiliana. Dall’India in arrivo l’IPC.

Martedì occhi puntati sulla Cina con il dato dell’export annuale, il dato sulle importazioni di marzo e il saldo della bilancia commerciale. L’India comunica l’indice inflattivo dei prezzi all'ingrosso di marzo. L’Indonesia decide sul tasso di interesse. Gli Stati Uniti rendono noto l’indice dei prezzi all'esportazione, l’indice dei prezzi all'importazione e le scorte settimanali di petrolio.

Mercoledì giornata ricca di appuntamenti di rilievo. Dalla Francia e dall’Italia arrivano l’indice dei prezzi al consumo di marzo. La Spagna diffonde l’indice dei prezzi di produzione annuale. Gli Stati Uniti pubblicano le vendite al dettaglio di beni essenziali, l’indice manifatturiero del NY Empire State, le vendite al dettaglio e la produzione industriale di marzo. Sempre dagli USA giungono il Seevol report delle scorte di Cushing, il livello delle scorte di magazzino delle aziende e le scorte di petrolio greggio. La Fed pubblica i Beige Book e a seguire si terrà la conferenza stampa della Banca del Canada.

Giovedì si parte dalla Gran Bretagna, con il rilevamento annuale delle vendite al dettaglio. L’Australia diffonde la variazione del livello di occupazione. SI passa poi in Germania, con l’indice dei prezzi al consumo e l’indice IFO sulla fiducia delle aziende di aprile. La Banca d’Inghilterra pubblica il sondaggio sulle condizioni del credito. Dalla Zona euro in arrivo la produzione industriale di febbraio. A seguire dagli USA giunge il report mensile dell’OPEC. Ancora dagli Stati Uniti attesa per le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione, per il dato sui permessi di costruzione rilasciati e per l’Indice di produzione della Fed di Filadelfia.

In chiusura di settimana venerdì Australia diffonde le vendite al dettaglio mensili. La Cina il PIL, la produzione Industriale e il tasso di disoccupazione. A seguire si terrà la conferenza stampa dell’ufficio nazionale di statistica cinese. Dal Giappone in arrivo il dato sulla produzione industriale di febbraio. Infine la Zona euro comunica l’indice dei prezzi al consumo annuale.

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente