I principali appuntamenti economici della settimana


L’interesse degli investitori questa settimana si focalizza sulla riunione di giovedì della Banca centrale europea e sui dati dell’occupazione negli Stati Uniti di venerdì. In particolare la BCE potrebbe decidere su un’estensione del programma di acquisti PEPP, anche alla luce di nuove stime di crescita e di una valutazione più approfondita sulla gravità della recessione per il Covid e impatto inflazione. Sul versante USA la relazione sul mercato del lavoro fornirà maggiori dettagli sugli effetti del lock down. Attesa anche per l’indice PMI di maggio della Germania.

Lunedì importanti dati sul manifatturiero globale nel mese di maggio: la Cina diffonde l’indice Caixin, la Germania l’indice dei direttori degli acquisti e a seguire lo stesso indice sarà reso noto per Area Euro, Gran Bretagna e Usa.

Martedì si parte dall’Australia con la decisione sul tasso d’interesse. Si passa poi in Svizzera con le vendite al dettaglio di aprile. Dalla Spagna giunge la variazione sul tasso di disoccupazione e infine dall’India il dato sull’inflazione mensile.

Mercoledì: dall’Australia arriva il PIL trimestrale, dalla Germania la variazione della disoccupazione di maggio. La Gran Bretagna comunica l’indice PMI composito e del settore dei servizi. Dagli Usa giunge la variazione dell’occupazione non agricola di maggio e l’indice ISM non manifatturiero.

Nella giornata di giovedì occhi puntati sulle vendite al dettaglio in Australia e sul saldo della bilancia commerciale. Giungono poi le rilevazioni sull’indice dei direttori degli acquisti dei servizi in Spagna, Italia, Francia e Germania e del settore delle costruzioni in Gran Bretagna. I riflettori poi si accendono sulla BCE con la decisione del tasso sui depositi, con dichiarazioni di politica monetaria e la decisione sul tasso d’interesse. A fine giornata dalla conferenza stampa dell’Istituto di Francoforte potrebbero arrivare interessanti dichiarazioni sullo stato di salute delle finanze UE. Interesse anche per le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione in USA.

In chiusura di settimana venerdì dal Giappone arriva l’indice sui consumi delle famiglie di aprile. La Germania rende noto il dato sugli ordini alle fabbriche tedesche di aprile. Dagli Stati Uniti giungono il dato sulle buste paga del settore non agricolo e il tasso di disoccupazione. Infine il Canada pubblica l’indice Ivey dei direttori agli acquisti di maggio.

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente