I principali appuntamenti economici della settimana


Tra gli indicatori su cui concentrarsi questa settimana la fiducia dei consumatori negli Stati Uniti e nei prinicpali Paesi europei, utili per delle valutazioni sugli impatti del Covid-19 sull’economia. Interesse anche sui dati della produzione industriale di febbraio nell’Area euro. Dalla riunione dell’Eurogruppo potrebbero giungere decisioni su nuove politiche fiscali a sostegno delle economie colpite. Attesa anche per la pubblicazione dei verbali del FOMC della Fed.  

Lunedì la Germania pubblica gli ordini alle fabbriche. Dalla Gran Bretagna in arrivo l’indice dei direttori degli acquisti delle costruzioni. A seguire la Spagna rende noto l’indice di fiducia dei consumatori.

Martedì il Giappone diffonde il dato annuale sui consumi delle famiglie. L’Australia il saldo della bilancia commerciale e la decisione sul tasso d’interesse. Berlino comunica la produzione industriale mensile. Dalla Gran Bretagna giunge l’indice Halifax dei prezzi delle case. L’Italia pubblica le vendite al dettaglio mensili. In giornata si riunisce l'Eurogruppo. Infine dagli Stati Uniti in arrivo i nuovi Lavori JOLTs e dal Canada l’indice Ivey dei direttori agli acquisti.  

A metà settimana mercoledì la Svizzera comunica il tasso di disoccupazione destagionalizzato. Interesse sul settore edile canadese con i dati sui nuovi cantieri residenziali e i permessi di costruzione di febbraio. In Germania si tiene l’asta di Bund con scadenza a 10 anni e in Italia di BOT a 12 mesi. Gli Stati Uniti diffondono il dato sulle scorte di petrolio greggio e la Fed pubblica i verbali di riunione.

Giovedì in arrivo il PIL britannico su base mensile e annuale, la produzione manifatturiera e la produzione industriale mensile. Dalla Germania giunge il saldo della bilancia commerciale. L’Italia comunica la produzione industriale di febbraio. Attesa sul sentimento dei consumatori tedeschi, francesi e italiani con la pubblicazione degli Indici Thomson Reuters IPSOS PCSI. La BCE pubblica le minute del meeting sulle decisioni di politica monetaria. Gli Stati Uniti rendono noto l’indice dei principali prezzi di produzione, le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione, l’indice dei prezzi di produzione e il sentimento d'aspettativa dei consumatori del Michigan.

Venerdì dalla Cina giunge l’indice IPC dei prezzi al consumo. La Francia comunica la produzione industriale mensile. Infine dagli Stati Uniti in arrivo l’indice dei prezzi al consumo di marzo e il bilancio del budget federale.

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 Siguiente