I principali appuntamenti economici della settimana


Si apre una settimana di grande interesse per avere un’idea più precisa di quale sarà il futuro dell’economia globale a seguito della crisi del Covid-19. Dagli Stati Uniti in arrivo la fiducia dei consumatori, l’indice dei direttori degli acquisti del manifatturiero e un insieme di importanti dati sul mercato del lavoro per il mese in corso. Sul fronte Eurozona l’attenzione si concentrerà sulle stime preliminari dei prezzi al consumo e sul tasso di disoccupazione. In Asia, occhi puntati sulla Cina, che renderà noti gli indici PMI del manifatturiero. Infine dal Giappone giungono le vendite al dettaglio e sulla produzione industriale.

Lunedì si comincia con l’indice dei prezzi di produzione (IPP) spagnolo e l’IPC dei consumi tedesco. A seguire saranno resi noti il tasso di disoccupazione in Brasile e i contratti pendenti di vendita di abitazioni negli Stati Uniti.

Martedì dal Giappone in arrivo il dato solla produzione industriale. La Cina rende noti l’indice dei direttori agli acquisti del manifatturiero di giugno e il PMI non manifatturiero. Dalla Gran Bretagna giunge il PIL trimestrale. Parigi pubblica le spese dei consumatori francesi di maggio e l’indice dei prezzi al consumo, un dato che sarà reso noto anche per l’Italia. Attesa anche per l’IPC dell’Area euro. In seguito il Canada comunica il PIL di aprile e gli Stati Uniti diffondono il rapporto sulla fiducia dei consumatori.

Mercoledì il Giappone pubblica l’indice Tankan dei grandi produttori manifatturieri e non. Dalla Cina in arrivo l’indice PMI del manifatturiero Caixin. Dalla Germania giungono le vendite al dettaglio, l’indice dei direttori degli acquisti del manifatturiero e la variazione della disoccupazione. L’Area euro diffonde l’indice PMI del manifatturiero. Spazio poi all’economia USA con la variazione dell’occupazione non agricola, l’indice ISM dei direttori agli acquisti del manifatturiero, le scorte di petrolio greggio e infine interesse per la pubblicazione dei verbali di riunione del FOMC.

Giovedì l’Europa comunica il tasso di disoccupazione di maggio e il Brasile la produzione industriale annuale. Attenzione focalizzata poi sugli USA di cui si conosceranno le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione, le buste paga del settore non agricolo, il saldo della bilancia commerciale e il tasso di disoccupazione.

In chiusura di settimana venerdì l’Australia rende noto il dato sulle vendite al dettaglio di maggio. Spagna, Italia, Francia e Germania comunicano l’indice dei direttori degli acquisti del settore dei servizi di giugno. Indice composito dei servizi in arrivo anche per l’Area euro. Infine dalla Gran Bretagna in arrivo l’indice PMI composito e dei direttori degli acquisti dei servizi.

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente