I principali appuntamenti economici della settimana


Settimana di interesse per valutare la forma della ripresa mentre l’economia globale sta attraversando una delle più gravi recessioni della sua storia recente. Gli USA sono alle prese con una gestione dei contagi più difficile del previsto e il dato sui nuovi lavori JOLTs potrà fare luce su quali ripercussioni il virus sta avendo a livello occupazionale. Sempre sul versante americano, interesse anche per l'indice ISM non manifatturiero e per le scorte di petrolio greggio. Per l'Area euro l'attenzione si focalizza sulle previsioni economiche dell'Unione europea e il dato sulla produzione industriale tedesca. Infine dall'Asia attesa per IPC della Cina e consumi delle famiglie in Giappone. 

Si parte lunedì con gli ordini alle fabbriche tedesche di maggio e l’indice PMI sul settore edile di giugno. Dalla Gran Bretagna in arrivo l’indice dei direttori degli acquisti del settore delle costruzioni. A seguire L’Area euro diffonde il dato di maggio sulle vendite al dettaglio. Il Banco centrale brasiliano pubblica la panoramica sui mercati. Spazio poi ai dati sull’economia USA con l’indice Markit PMI composito, l’indice dei direttori degli acquisti del terziario di giugno e grande attesa per l’indice ISM non manifatturiero e l’indice dell’occupazione non manifatturiera di giugno.

Martedì dal Giappone giunge il dato sui consumi delle famiglie. In seguito la Banca centrale australiana decide sul tasso di interesse con le relative dichiarazioni a margine. La Germania comunica la produzione industriale tedesca di maggio. Attesa poi per i nuovi lavori JOLTs di maggio negli Stati Uniti e infine per l’indice Ivey dei direttori agli acquisti di giugno.

Mercoledì si apre con il report del Dipartimento del Tesoro USA. L’Unione europea diffonde le previsioni economiche. Il Brasile le vendite al dettaglio. Infine gli Stati Uniti rendono note le scorte di petrolio greggio e l’inventario di Cushing.

Giovedì la Gran Bretagna comunica il bilancio RICS dei prezzi delle abitazioni. Dalla Nuova Zelanda giunge il livello di fiducia delle aziende. La Cina pubblica l’indice IPC di giugno e l’IPP annuale. Interesse anche sul saldo della bilancia commerciale tedesca di maggio e sui nuovi cantieri edili residenziali e permessi di costruzione canadesi.

Venerdì inizia con la pubblicazione negli USA del Report mensile dell’Agenzia Internazionale per l’Energia sul mercato del petrolio, l’indice dei principali prezzi di produzione e l’IPP mensile. Dal Canada giunge il tasso di disoccupazione di giugno. Infine il Brasile rende noti l’IPC mensile di giugno e l’indice brasiliano sull’inflazione IPCA di giugno.  

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente