I millennials guideranno i rendimenti futuri


Contributo a cura di Laura Destribats, co-portfolio Manager del Goldman Sachs Global Millennials Equity Portfolio, Goldman Sachs AM. Contenuto sponsorizzato.

La generazione dei millennials, circa 2,3 miliardi di persone a livello globale, sta assumendo un ruolo fondamentale in termini di spesa e consumo per l’intero pianeta. Sono la prima generazione di "nativi digitali" e hanno sviluppato di conseguenza diverse abitudini di spesa, pertanto tali differenze, guidate dall’uso della tecnologia, hanno generato un cambiamento significativo rispetto ai tradizionali modelli di business. Siamo convinti che investire in aziende che potrebbero beneficiare di questo trend secolare rappresenti un’importante opportunità di crescita a lungo termine. È proprio questa la filosofia alla base del nostro Goldman Sachs Global Millennials Equity Portfolio.

I millennials costituiscono già una parte significativa della forza lavoro globale, quindi i loro trend di consumo sono fondamentali sia nella fase di ripresa che nel lungo termine. Tuttavia questi diventeranno sempre più importanti man mano che le generazioni più anziane inizieranno ad abbandonare la forza lavoro e a guadagnare meno. È quindi fondamentale pensare al trend di lungo termine. Guardiamo infatti alle aziende la cui crescita è stata accelerata e guidata dall’avvento dei millennials e che presentano valutazioni interessanti, anche nei mercati in espansione.

Inoltre l'adozione delle abitudini di spesa dei millennials da parte di altre generazioni, dalle più giovani alle più anziane, è sempre stata una parte importante della nostra idea di investimento. La tecnologia e l'innovazione hanno portato notevoli benefici, nonostante le generazioni più anziane siano solitamente più lente ad adeguarsi. L'attuale crisi ha però costretto chiunque ad adattarsi a queste abitudini più velocemente di quanto ci aspettassimo, migliorando significativamente le prospettive di lungo termine per diverse aziende in portafoglio. Il lockdown ha evidenziato l'importanza dell’e-commerce per le aziende del settore dei consumi, con il conseguente aumento del numero di utenti e abbonati. Circa il 70% del fondo Goldman Sachs Global Millennials Equity Portfolio è esposto alle attività online e ci aspettiamo che questo settore sia fonte di rendimento in futuro. Inoltre interagiamo su base regolare con i manager delle aziende per approfondire le nostre analisi in merito a  questo particolare gruppo demografico.

L’approccio ESG è imprescindibile

Sappiamo che i millennials, rispetto alle generazioni più anziane, mostrano un interesse più pronunciato verso le questioni ambientali e che le loro abitudini di consumo soddisfano progressivamente questi valori. Per questo motivo siamo anche alla ricerca di società che, attraverso una produzione sostenibile, si allineino a tali valori.

Questa parte della popolazione è diventata adulta in un periodo in cui il cambiamento climatico, tema spesso respinto o negato dalle generazioni precedenti, ha ottenuto un riconoscimento dalla comunità scientifica e le conseguenze del surriscaldamento globale sono state finalmente comprese. Nei mercati sviluppati, l'impatto della crisi finanziaria globale ha portato i millennials ad avere priorità economiche diverse, mentre nei Paesi in via di sviluppo il miglioramento dell'istruzione e una maggiore consapevolezza della situazione globale stanno contribuendo a plasmare un diverso paradigma sociale e a creare una generazione di “cittadini del mondo”. Per questo conduciamo valutazioni ESG interne su tutte le società in cui investiamo, il che permette al Fondo di raggiungere un punteggio ESG elevato secondo Morningstar.

La maggiore consapevolezza globale e ambientale dei millennials sta ora influenzando i loro modelli di consumo e le loro abitudini di spesa stanno facendo aumentare l’importanza del tema della sostenibilità. È ormai evidente che un numero crescente di millennials stia ponendo maggiore enfasi sulla sostenibilità anche quando si tratta di scelte di investimento.

Le scelte dei millennials su come risparmiare per il futuro potrebbero diventare un fattore sempre più rilevante per i rendimenti azionari. Tuttavia la crescente domanda da parte di questa generazione per una maggiore attenzione alla sostenibilità a livello delle singole aziende e della società nel suo complesso potrebbe portare a cambiamenti significativi in tutti i settori e in tutti i business model. La pressione affinché le società agiscano in modo responsabile e sostenibile potrebbe portarci verso il paradigma dell'economia circolare e saranno proprio i millennials a rendere reale questa possibilità. Le società che contribuiranno a realizzare questo paradigma beneficeranno di vantaggi sostenibili in futuro.

Economia Circolare

image003__1_

Fonte: Goldman Sachs AM. Dati al 31 marzo 2020.

Disclaimer:                                                                  

Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Prima dell'adesione leggere il KIID, che il proponente l’investimento deve consegnare prima della sottoscrizione, e il Prospetto disponibile sul sito Internet: https://assetmanagement.gs.com/content/gsam/ita/it/advisors/homepage.html e presso gli intermediari collocatori.

Capitale a rischio

Il presente materiale è stato preparato con il contributo di GSAM e non costituisce una ricerca finanziaria né un prodotto di Goldman Sachs Global Investment Research (GIR). Non è stato preparato in conformità alle disposizioni di legge volte a promuovere l’indipendenza dell’analisi finanziaria e non è soggetto ad un divieto di negoziazione a seguito della distribuzione della ricerca finanziaria. I pareri e le opinioni espressi possono differire da quelli di Goldman Sachs Global Investment Research o di altre sezioni o divisioni di Goldman Sachs e delle relative società collegate.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Covid-19 fa rima con cambiamenti climatici

La lotta ai cambiamenti climatici ha raggiunto ormai un punto di svolta e sarà in grado di influenzare le politiche pubbliche e aziendali e dei consumatori. Ecco come. Contributo a cura Luke Barrs, Head of EMEA Fundamental Equity Client Portfolio Management, Goldman Sachs Asset Management. Contenuto sponsorizzato.

Anterior 1 2 Siguiente