Tags: Business | ETF |

I migliori dieci ETF provider per stelle Morningstar


L'industria degli ETF è molto concentrata ed è nelle mani di pochi provider. Identificare il prodotto più adatto non è facile. Questo dipende da molte variabili che devono essere analizzate (tracking error, differenza monitoraggio, indice che replica, costo del prodotto...). Un esercizio che non abbiamo ancora fatto è quello di analizzare, in modo aggregato, l’offerta dei primi dieci ETF provider in Europa. Partendo dai dati Morningstar, pubblicati nella relazione Morningstar Rating Analysis of European Investment Funds, abbiamo osservato qual è la percentuale di patrimonio in fondi con quattro o cinque stelle Morningstar del singolo provider, il rating medio e in quali categorie la singola società risulta la migliore.

1. iSharesLa piattaforma ETF BlackRock è il gestore europeo con il più alto volume di fondi con rating Morningstar: 262,5 miliardi di euro in totale. Il 57% del patrimonio è in ETF e vanta da quattro a cinque stelle Morningstar. Il punteggio medio ponderato per gli asset è di 3,28 stelle su una scala di cinque. Il punteggio più alto invece, è stato ottenuto nelle strategie azionarie, con una media di 3,82 stelle.

2. Xtrackers (DWS). Il gestore di fondi tedesco ha attualmente 62,2 miliardi di euro in ETF con rating Morningstar. Come BlackRock, il 57% di quelle attività sono in fondi quotati con quattro e cinque stelle. Il punteggio medio per asset è di 3,25 stelle. Xtrackers è un pioniere nella commercializzazione di ETF multi-asset e in questa categoria ha una ‘media di stelle’ di 4,91. Tuttavia, si distingue anche per i suoi fondi obbligazionari, dove ha ricevuto un punteggio di 3,62 stelle, il risultato più alto tra i primi dieci fornitori di ETF in Europa.

3. Lyxor. L'azienda francese ha attualmente 49 miliardi di euro in ETF con rating Morningstar. La metà di quel volume è in fondi quotati con quattro e cinque stelle Morningstar. Il punteggio medio è di 3,28 stelle. L’expertise maggiore sta nelle loro strategie azionarie, che ottengono una valutazione media di 3,68 stelle, mentre nell'obbligazionario ottengono il penultimo posto con una valutazione media di 2,64.

4. Vanguard. Dei 33,5 miliardi di euro che si trovano in prodotti con rating Morningstar quantitativo, l'88% è in strategie con quattro o cinque stelle. È il provider che si guadagna la medaglia d'oro. È anche quello con un rating più elevato (in media 3,77 stelle), grazie alle strategie azionarie che influenzano positivamente la media (4,52). La parte fixed income invece, riduce notevolmente la media, perché qui il punteggio è di 3 stelle, ben al di sotto di BlackRock e DWS.

5. Amundi. Secondo le analisi di Morningstar, il patrimonio in fondi quotati di Amundi è di 28,9 milioni di euro. Di questa cifra, il 58% è in strategie con quattro o cinque stelle Morningstar. Il punteggio medio ricevuto è di 3,26 stelle. Il punteggio più alto è stato ottenuto nei fondi azionari quotati (3,79 stelle).

6. State Street Global Advisors. Il gestore ha attualmente 24,5 miliardi di euro in fondi quotati con rating Morningstar. Di questi, il 62% è in prodotti con quattro e cinque stelle. La media è di 3,38, e questo risultato rende State Street Global Advisors il secondo ETF provider nella top 10. Il punteggio più alto registrato è nelle strategie azionarie, che registrano una valutazione media di 3,98 stelle. La società, assieme a DWS, è l'unico provider di ETF multi-asset con un rating Morningstar, anche se in questo caso il voto medio è molto più basso rispetto al provider tedesco (3 stelle nel suo caso).

7. UBS Asset Management. La società svizzera ha quasi 20 miliardi di euro in ETF valutati da Morningstar. Il 43% di tale patrimonio vanta quattro e cinque stelle. È la seconda percentuale più bassa tra tutte le prime dieci società. Il punteggio medio è di 3,36 stelle. Sia i suoi fondi azionari sia quelli a reddito fisso ricevono una valutazione media di 3,3 stelle.

8. Invesco. Il valore degli ETF di questo manager è di 12,6 miliardi di euro. Sul totale, il 71% è in strategie con quattro e cinque stelle Morningstar, e questo significa che è la terza entità tra quelle in analisi con la percentuale più alta. I fondi azionari quotati dell'entità sono valutati 4,1 stelle, anche se la media degli asset scende a 3,22.

9. Deka. L'azienda tedesca è il nono provider europeo di ETF con il più alto volume di attività valutato da Morningstar: 8,6 miliardi. Di questo patrimonio, solo il 19% è in fondi quotati con quattro o cinque stelle, ed è il provider tra i dieci con il ratio più basso. La società è penalizzata soprattutto per il basso rating ottenuto nelle strategie fixed income, dove il rating medio è di 2,5 stelle.

10. BNP Paribas AM. La classifica dei dieci migliori fornitori europei di ETF secondo i dati Morningstar, si chiude con l’asset manager francese, che ha 7,2 miliardi di euro in fondi quotati. Di questa percentuale, il 77% si trova in strategie con quattro o cinque stelle. Come Invesco, ha solo ETF azionari con rating quantitativo Morningstar. Il suo punteggio medio è di 4,09 stelle ma, come accade con Invesco, quando si fa la media aritmetica senza considerare il peso patrimoniale dei prodotti il punteggio scende a 3,38 stelle.

Società

Notizie correlate