Tags: Business | Nomine |

I grandi giri di poltrone del 2017


Quello del risparmio gestito è un settore particolarmente dinamico sia per quanto riguarda l’offerta dei prodotti, sempre più ricercata per adattarsi ai cambiamenti di mercato e alle esigenze degli investitori, che per la ricerca di partnership in grado di rafforzare il business delle diverse entità. Le novità che hanno animato il 2017, però, hanno anche riguardato gli importanti cambiamenti che si sono verificati ai vertici delle principali realtà italiane ed estere dell’asset management. Volti noti del settore, professionisti e professioniste dalla comprovata esperienza promossi a ruoli di elevata responsabilità nelle società dove già lavoravano o che hanno accettato nuove opportunità e sfide professionali lanciate loro da altre entità. Abbiamo così deciso di ripercorrere a ritroso le nomine più rilevanti del 2017.

  1. A novembre, Generali è stata protagonista di una riorganizzazione interna dell'asset e wealth management che ha visto l'arrivo di Carlo Trabattoni come responsabile della nuova struttura Generali Investments Partners, che definisce la strategia di Gruppo per la distribuzione retail sia all’interno che all’esterno di Generali (leggi la notizia).
  2. Dopo le dimissioni presentate a marzo Francesca Martignoni, nel mese di ottobre Fidelity International ha scelto Cosmo Schinaia per ricoprire il ruolo di country head Italia della società (leggi la notizia).
  3. Dopo dieci anni in UBI Pramerica, Emilio Franco è passato a Mediobanca SGR in qualità di amministratore delegato (leggi la notizia).
  4. Conclusasi l’acquisizione di Pioneer da parte di Amundi, a luglio la società ha presentato la sua squadra italiana capeggiata da Cinzia Tagliabue (leggi la notizia).
  5. Nello stesso mese Laura Nateri è stata nominata country head Italia di Lazard Fund Managers. Poche settimane prima, l’esperta aveva deciso di lasciare Aberdeen AM, dove ricopriva lo stesso incarico (leggi la notizia).
  6. Pochi giorni dopo il completamento della fusione che ha dato vita a Janus Henderson Investors, la società ha fatto sapere di aver scelto Federico Pons come country head per l’Italia, ruolo che già rivestiva in Henderson GI dal 2016 (leggi la notizia).
  7. A maggio, Fabio Cubelli ha lasciato il ruolo di AD e DG di Fideuram Vita per assumere i ruoli di condirettore generale e responsabile area coordinamento affari di Fideuram - Intesa Sanpaolo Private Banking e di direttore generale di Sanpaolo Invest (leggi la notizia).
  8. A maggio Alessandro Melzi d’Eril è stato nominato direttore generale di Anima Holding (leggi la notizia).
  9. Nel mese di aprile, Massimo Tosato è entrato nel gruppo Quaestio acquistando il 10% di Quaestio Holding ed assumendone la carica di AD. Contestualmente, è stato anche nominato AD di Quaestio Capital Management SGR (leggi la notizia).
  10. Finanza&Futuro, società del gruppo Deutsche Bank, ha scelto come suo AD Dario Di Muro (leggi la notizia).
  11. A febbraio, Sergio Vicinanza, ex capo della Finanza del Gruppo MPS e poi responsabile della direzione CIB e AD di MPS Capital Service Banca per le Imprese, è stato nominato AD di Symphonia SGR (leggi la notizia).
  12. A gennaio, infine, Paolo Tenderini ha lasciato UBS per assumere l’incarico di CEO in Edmond de Rothschild Italia SGR (leggi la notizia).
Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 4 Siguiente