I fund selector guardano all'impatto dei fondi


Oggi investire in fondi sostenibili non vuol dire applicare semplicemente filtri ESG, ma i fund selector devono anche saper sviluppare un processo di investimento in grado di misurare il reale impatto in termini ambientali, sociali e di governance di ciascun prodotto, ciò vuol dire valutare la loro reale capacità di raggiungimento dei Sustainable Development Goals (SDG). Sono di questo parere Ilaria D’Ascenzio, head of Fund Selection di BNL Gruppo BNP ParibasPaolo Biamino, responsabile Manager Selection di Euromobiliare SGR, che nell'ultima puntata di Insights Channel hanno illustrato il rispettivo approccio agli investimenti sostenibili. 

Ilaria D'Ascenzio sottolinea l'importanza dei rating proprietari che permettono di creare un modello unico e ben strutturato nell'analisi ESG, dando la possibilità di offrire ai clienti una misurazione effettiva della sostenibilità dichiarata. Paolo Biamino sostiene che l'approccio ESG sia strettamente legato alla gestione del rischio, i fondi tematici ad impatto infatti consentono di esporsi settori con migliori aspettative di rendimento aggiustato per il rischio.

I dettagli dell'intervista doppia

Professionisti
Società

Notizie correlate

I private banker vanno a scuola di ESG

Antonella Massari, segretario generale di AIPB, e Carlo Giausa, responsabile della direzione servizi di investimento e private banking del Gruppo Sella, spiegano le modalità e gli obiettivi della certificazione che mira a migliorare le competenze sulla finanza sostenibile.

I più letti